Pensioni 2017 INPS: calcolo, istruzioni, regole, quando e come fare domanda. Età, requisiti, contributi

Andare in pensione in questo 2017: requisiti anagrafici e contributivi richiesti e novità. Nulla cambia per quest’anno.

Pensioni 2017 INPS: calcolo, istruzioni,


AGGIORNAMENTO Pensioni 2017 INPS regole, calcolo, istruzioni, come fare domanda e quando: Numerosi cambiamenti arrivano nel 2017 per quando e come uscire e i vari tipi di calcolo oltre che di metodo unendo sia sistemi nuovi che quelli dell'attuale leggi. Per quanto riguarda quando andare in pensione, i requisiti, le età, le regole e come si può fare domanda all'INPS e quando con tutti i sistemi al momento a disposizione lo abbiamo visto in questo articolo aggiornato al seguente link

 

Contributi di 42 anni e sei mesi per gli uomini e 41 anni e sei mesi per le donne e limite di età anagrafico a 66 anni e tre mesi per tutti i lavoratori e le lavoratrici uomini e donne, che diventano 63 anni e 9 mesi per le donne dipendenti e 64 anni e 9 mesi per le donne autonome. Questi i requisiti oggi richiesti dalla riforma pensioni Fornero per andare in pensione quest’anno. E, come si nota, non cambia nulla rispetto a quanto richiesto per l’uscita lo scorso 2015.

Secondo quanto previsto, infatti, dalla riforma pensioni Fornero, i requisiti per l’accesso alla pensione crescono automaticamente ma ogni due anni, per quattro mesi, per effetto dell’adeguamento all’aspettativa di vita Istat. Ciò significa che l’età pensionistica aumenterà di quattro mesi, passando da 66 anni e tre mesi di quest’anno a 66 anni e sette mesi ma solo a partire dal primo gennaio 2016. Per quest’anno nulla cambia, se non per quanto previsto nella nuova Legge di Stabilità, che dà la possibilità di andare in pensione prima di aver compiuto i 62 anni di età senza però alcuna penalizzazione sull’assegno finale, com’era invece previsto dalla legge Fornero.

Considerando, sempre quest’anno, il pensionamento degli invalidi almeno all'80%, per dipendenti del settore privato l'età da raggiungere è di 60 anni e 3 mesi per uomini e 55 anni e 3 mesi per donne; passando invece ai dipendenti del comparto difesa e sicurezza, possono andare in pensione se raggiungono i 57 anni e tre mesi di età e 35 anni di contributi o maturano i 40 anni e tre mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica.

Per sportivi professionistici basteranno, invece, 49 anni e tre mesi o 53 anni e tre, a seconda che si tratti, rispettivamente, di donne o uomini, mentre i lavoratori del mondo dello spettacolo, possono andare in pensione dovranno raggiungere i 60 anni e tre mesi di età per le donne e 64 anni e tre mesi per gli uomini.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il