I primi effetti della liberalizzazione dei farmaci, anche se la legge non è ancora attiva

A 100 giorni dalla liberalizzazione dei farmaci, supersconti nelle farmacie e nei nuovi punti vendita



I farmaci tirano e a guadagnarci sono un pò tutti. A 100 giorni dalla liberalizzazione dei farmaci, supersconti nelle farmacie e nei nuovi punti vendita. E non finisce qui, al Ministero infatti sono arrivate oltre 370 richieste per l'apertura di nuove parafarmacie e corner nella grande distribuzione.

A fine anno i nuovi punti vendita saranno 100 in più ed entro il 2008 si stima che Iper e Super avranno 580 corner dedicati ai generici. Positivi anche per il consumatore gli effetti del decreto: 30% lo sconto medio (in alcuni casi si arriva anche al 50%) nei punti vendita della grande distribuzione rispetto ai gemelli venduti nelle farmacie tradizionali.

Abbassano la testa anche i farmacisti, che hanno smesso di protestare, cosa che il mercato mostra di gradire: 15% in media il calo dei prezzi, si perde sui margini ma il fatturato sembra salvo.

Va meglio alle Coop ed alla grande distribuzione. Secondo le stime di Nielsen sarebbero oltre 3000 le confezioni vendute nella settimana e le Coop stimano il giro di affari annuo nell'ordine dei 500mila-1,5 milioni di euro per singolo corner. Gli store cattureranno il 15% delle richieste di farmaci senza ricetta che per le farmacie rappresentano l'8,3% delle vendite .

Il numero maggiore di angoli farmacia nella grande distribuzione in Emilia Romagna (14 che saranno presto 22) seguita dalla Lombardia (8) e dalla Puglia (6). E sono le Coop più attive con 36 corner aperti e altri 17 in apertura entro febbraio 2007. Carrefour ha gia tre corner attivi, Auchan e Conad due, Sma uno. (leggi)

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il