BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2015: come non pagare e fare disdetta. O versare meno con deduzioni, detrazioni. Per chi, istruzioni e regole

Ecco le regole in vigore sul pagamento del canone Rai: è possibile la disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio televisore.




Quasi tutte le famiglie italiane sono chiamate a pagare il canone Rai 2015. L'esonero è previsto per i militari delle Forze Armate Italiane, quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari, i rivenditori e riparatori TV. Stando alle normative in vigore, il canone deve essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo. Tuttavia è sempre possibile la disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio televisore.

In questo caso occorre inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale I di Torino Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 – 10121 Torino. Ma cosa succede a chi non paga il canone Rai? Nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è pari a 4,47 euro ovvero a 1/12 dell’importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, l’importo sale fino a 8,94 euro ovvero 1/6 del canone per ogni semestre. La cifra massima che può essere comminata è di 619 euro.

Il costo per il 2015 del canone Rai è di 113,50 euro, da versare anche in 2 o 4 rate. In caso di pagamento semestrale le scadenze sono il 31 gennaio e il 31 luglio (rate di 57,92 euro ciascuna), altrimenti il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre (30,16 euro). Le modalità per il pagamento sono varie: è possibile utilizzare il bollettino postale, recarsi nelle tabaccherie del network Lottomatica Servizi, utilizzare il servizio di carte di credito al telefono, o l'applicazione Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android o Windows Phone.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il