BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: referendum lega abolizione Legge Fornero domani consulta 20 gennaio verdetto. Pronostici, anticipazioni

Dalla decisione della della Corte Costituzionale sull'ammissibilità del referendum sull'abrogazione della legge Fornero dipende la riforma pensioni. Quali le ultime notizie?




Si entra in una settimana decisiva per la riforma pensioni Renzi. La principale novità sarà rappresentata dalla pronuncia della Corte Costituzionale sull'ammissibilità del referendum sulla cancellazione della legge Fornero. Inizialmente prevista nei giorni scorsi, la decisione è slittata a martedì 20 gennaio 2015 per via della presentazione di memorie difensive da parte della Lega che ha raccolto le firme necessarie. L'esito non è affatto scontato e dipenderà dal "trattamento" che sarà riservato al decreto legge 201 del 2011 (la riforma Fornero). Se sarà ritenuta una legge di bilancio non potrà essere sottoposta al parere degli elettori.

Proprio questa è la posizione del governo che, tra l'altro, trova l'appoggio dello stesso ex ministro del Lavoro Elsa Fornero. Nonostante ritenga quell'impianto previdenziale modificabile e migliorabile, pensa che sia il frutto della contingenza economica per salvare l'Italia dal baratro e come tale sia intoccabile. A suo dire "è facile dire eliminiamo una riforma considerata sgradevole, ma è molto più difficile dire come. Fino al 2020 si prevede di risparmiare 80 miliardi". E soprattutto pone uno scenario: "Se la legge viene abrogata bisogna dire con che cosa si sostituisce".

Decisivo per il cambiamento in tempi rapidi del sistema previdenziale è l'ammorbidimento, a patto di fare riforme e investimenti, delle rigide condizioni del patto di stabilità europeo. Il governo sta spingendo per modificare i meccanismi del nuovo Fondo per gli investimenti messo in piedi dalla Commissione europea, sollecitando maggiori incentivi per favorire il contributo degli Stati membri alla sua dotazione finanziaria. La supervisione sui progetti è affidata a un Comitato indipendente senza quote di settore. Alcuni Paesi sono perplessi perché gli apporti di capitale sarebbero "neutralizzati".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il