BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli e non 2015: modifiche ulteriore proroga o cancellazione totale. Novità settimana, incontri e discussioni

Sarà modificato il decreto sul pagamento dell'Imu sui terreni agricoli? Rimarrà in vigore la scadenza del 26 gennaio per effettuare il versamento?




I prossimi sono i giorni decisivi per scoprire se l'Imu sui terreni agricoli andrà pagata e in quali condizioni. Ufficialmente la data da rispettare come ultimo giorno utile per mettersi in regola è il 26 gennaio 2015. Ma mercoledì il Tar del Lazio si pronuncerà nel merito del ricorso proposto dall'Anci di Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto, già accolto in sede di sospensiva. Il giorno prima, però, il Consiglio dei ministri proverà a mettere le cose a posto con un decreto correttivo che rivede i criteri e le tempistiche individuati.

Il limite di altitudine sotto il quale fare pagare l'Imu sui terreni agricoli è di 600 metri. Il governo Renzi ha previsto l'esclusione dei comuni della provincia autonoma di Bolzano; dei terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni ubicati a un'altitudine tra 281 e 600 metri; dei terreni concessi in comodato o in affitto a coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali; dei terreni a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inuspicabile.

Stando a quanto sostenuto dall'Anci, esiste "il concreto rischio di mettere in grave difficoltà la gran parte della amministrazioni locali di minore dimensione demografica". Le stesse che i sindaci dei Comuni montani hanno illustrato al ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta e al viceministro alle Politiche Agricole Andrea Olivero.

Di più, per l'Associazione nazionale comuni italiani, è necessario continuare "a combattere la battaglia volta al definitivo superamento del patto di stabilità a partire dai piccoli comuni, che sta creando enormi difficoltà perché limita l'azione delle economie locali che sono invece risorsa del nostro Paese, mettendo in crisi anche le piccole e medie imprese".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il