Pensioni uomini, vecchiaia, donne Governo Renzi: riforma, novità prestito, quota 100,Mini pensioni solo con ricalcolo contributivo

Calcolare tutte le pensioni con sistema contributivo, prelievo di solidarietà sulle pensioni d’oro e piani di uscita anticipata per tutti: cosa potrebbe cambiare per le pensioni con Boeri

Pensioni uomini, vecchiaia, donne Govern


Piani di uscita anticipata per tutti, come uscita a quota 100, prestito pensionistico o mini pensione, uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, sistema contributivo per tutti potranno modificare le norme della riforma pensioni Fornero se saranno recuperate nuove risorse da impiegarvi e per farlo, secondo le ultime notizie, il nuovo presidente dell’Inps, Tito Boeri, sta mettendo a punto un piano ben preciso che prevede un contributo sulle pensioni d’oro, in particolare quelle calcolate con vecchio sistema contributivo.

La proposta di Boeri prevede di tassare con aliquote progressive la parte dell’assegno previdenziale calcolata appunto con il vecchio metodo retributivo, sulla base delle ultime retribuzioni. Applicando un contributo di solidarietà sulle pensioni, che dovrebbero aggirarsi oltre i due mila euro, si riuscirebbero a recuperare risparmi di miliardi di euro che, come spiegato dallo stesso Boeri, verrebbero impiegate per contrastare la disoccupazione, o per risolvere il problema degli esodati, o per permettere l’uscita anticipata, come finora auspicato.

Secondo Boeri, solo puntando ad una redistribuzione più giusta delle risorse “possiamo superare i privilegi di assegni troppo generosi del tutto sganciati da criteri di equità. Soprattutto riguardo le erogazioni da 90mila euro al mese, più di 200 volte l’importo di una pensione sociale”. Per questo, bisognerebbe procedere a calcolare tutte le pensioni, compresi gli assegni in corso, con il metodo contributivo in vigore per i lavoratori assunti dopo il 1995 e promuovere sugli assegni più elevati un prelievo per recuperare le risorse aggiuntive attribuite con il sistema retributivo, piano che in realtà era già stato pensato dal premier Renzi e dal suo consigliere economico Yoram Gutgeld, ma rimasto finora incompiuto.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il