BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, no referendum abolizione Legge Fornero ufficiale, amnistia, quota 96, indulto: novità oggi martedì 20 Gennaio 2015

Come potrebbe cambiare la riforma pensioni Fornero e atteso voto Consulta su referendum Lega e novità da incontro Renzi-Merkel: le altre questioni del governo da definire




AGGIORNAMENTO: E' ufficiale, la Consulta ha deciso oggi martedì 20 gennaio 2015 che il referendum promosso dalla Lega per l'abolizione della Legge Fornero non è ammissibile e dunqe, non è stato approvato ufficialmente. Sarà molto importante leggere le motivazione di questa decisione.

Mente è ancora tutto in alto mare per quanto riguarda testo unificato dei quattro ddl sulle misure di indulto e amnistia e su soluzioni, attese però per quest’anno, per i lavoratori appartenenti alla quota 96 della scuola, torna in discussione la riforma della Pubblica Amministrazione con le novità contenute nel ddl Madia, che prevederà novità per quanto riguarda controlli, più stretti, da parte dell’Inps per i dipendenti pubblici e licenziamenti ‘più facili’, l’attenzione in questi giorni si concentra soprattutto sulle modifiche alla riforma pensioni Fornero e l’atteso verdetto della Corte Costituzionale sul referendum indetto dalla Lega per l’abolizione della legge pensionistica attuale

L’obiettivo di Matteo Salvini, e di quanti lo sostengono tra forze politiche e sociali, è quello di ripristinare le vecchie norme pensionistiche, che permetterebbero allo stesso tempo di chiudere i casi esodati e quota 96 della scuola, ma il dibattito in merito è sempre più aperto, tra coloro che sostengono la necessità di fare dietrofront e chi, invece, difende la legge Fornero, in virtù dei cospicui miliardi di risparmi che riesce a garantire all’Italia, pur nella sua rigidità, in un momento di particolare crisi finanziaria.

E la decisione della Consulta sul voto, che se si terrà è in programma la prossima primavera, è in programma per oggi martedì 20 gennaio. Ma giovedì 22 si prospetta un appuntamento forse ancor più importante per ridefinire il futuro di una riforma pensioni Renzi in Italia, quello che si terrà a Firenze tra il premier italiano e la cancelliera tedesca Angela Merkel. Al centro dell’incontro le pensioni e la necessità di un nuova riforma previdenziale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il