BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Anticipo Tfr e bonus 80 euro stipendio 2015: istruzioni, regole INPS e Agenzia delle Entrate. Per chi, quando e come.

Nell'ultimo anno sono state molte le novità introdotte dal Governo. Dopo aver previsto il bonus di 80 euro in busta paga, da Marzo sarà infatti possibile richiedere anche il TFR anticipato.




Che il periodo, da un po' di anni a questa parte, non fosse dei migliori, se ne erano accorti un po' tutti. Non è un caso che negli ultimi mesi, stando alle fonti ufficiali, sia ulteriormente diminuita la capacità di consumo del popolo italiano. Certo il record di disoccupazione e i continui licenziamenti sono stati solo alcuni dei segnali che ci hanno fatto realmente capire che effetti stava, e sta continuando ad avere, la crisi economica.

Per cercare di far fronte a tutti questi problemi, da qualche mese a questa parte sono state introdotte delle novità al fine di dare una boccata d'aria ai poveri lavoratori italiani. Dal mese di Giugno infatti è stato introdotto il bonus di 80 euro in busta paga per i dipendenti che guadagnano fino a 26mila euro annui. Tutti i lavoratori che hanno un reddito annuo compreso tra gli 8mila e i 26mila euro quindi possono, dal mese di Giugno 2014, usufruire di tale bonus. Inoltre grazie alla legge di stabilità 2015 anche per il futuro è stata confermata la copertura economica che permetterà di erogare il bonus di 80 euro a tutti gli aventi diritto.

Grazie sempre ad una norma prevista dalla legge di stabilità, dal mese di Marzo 2015 sarà possibile, per chi ne voglia usufruire, ricevere direttamente in busta paga il TFR. A tal proposito però vanno fatte delle dovute osservazioni. A parte il fatto che il TFR, in quanto trattamento di fine rapporto, è una somma di denaro che, in ogni caso, spetta al lavoratore. Dunque sono soldi nostri, che ci vengono dati in anticipo. Tuttavia per quanto riguarda la reale utilità del TFR in busta paga i dubbi sono molti. Se infatti in caso di TFR corrisposto regolarmente a fine rapporto si avrà la tassazione separata, decisamente più vantaggiosa, in caso di anticipo del TFR verrà utilizzata la tassazione ordinaria. Questo vorrà dire che con tale misura ci vengono dati in anticipo i nostri soldi, che però vengono maggiormente tassati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il