BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2015: detrazioni, prescrizioni, esenzioni per chi, come e quando. Calcolo e chi può pagare meno

In questo articolo viene fatto un approfondimento sul bollo auto: la sua scadenza, come si paga, le possibili detrazioni e cosi via. Inoltre verranno illustrate le novità rispetto allo scorso anno.




Innanzitutto, il bollo auto va a scadere il 31 gennaio. Questa scadenza però vale solo per quei soggetti che hanno un'automobile che supera i 35 kw. Per vedere l'importo da pagare si può andare sul sito dell'Agenzia delle entrate, inserire le informazioni che vengono richieste, e in questo modo il portale va a determinare l'importo che si deve pagare. Una volta ottenuto questo importo, bisogna andare presso gli uffici dell'Aci e fare il versamento.

E' possibile pagare anche in altri punti come le poste oppure i tabacchini. La legge prevede che alcune categorie sociali sensibili hanno diritto all' esenzione. In particolare, questo diritto spetta a persone con disabilità fisiche (come ciechi oppure persone che sono immobilizzate o che comunque hanno una limitata capacità motoria). L'esenzione spetta anche alle macchine che sono destinate al trasporto promiscuo, che però devono raggiungere una cilindrata massima di duemila (se alimentati a benzina) o una cilindrata massima di duemilaottocento, se sono alimentati a diesel. Se si superano queste cilindrate, anche per questo tipo di vetture bisogna pagare. Invece le macchine che usano un alimentazione alternativa alla benzina (come GPL, eccetera) pagheranno il bollo ma in modo ridotto.

Inoltre lo Stato dà la possibilità alle regioni di adottare queste esenzioni anche nei confronti di di filovie, vetture utilizzate dalle scuole guida. Pe quando riguarda le macchine antiche, il Governo ha previsto che non devono pagare il bollo solo quelle che superano i trent'anni di età. Tuttavia ci sarà da pagare un'importo valido per tutto l'anno, che arriva a superare di poco i trenta euro. La brutta notizia rispetto allo scorso anno è che il bollo costerà circa il 12% in più. Questo perché il Governo Renzi, per reperire fondi ha deciso di applicare questo aumento. Cosa che ha mandato su tutte le furie milioni di automobilisti.

Quindi ciò che risulta evidente, è che oltre ad aiutare (giustamente direi) quelle categorie sociali che si trovano in difficoltà economica e di salute, si cerca di premiare quelle persone che scelgono di utilizzare vetture meno inquinanti, che sono alimentate da fonti di energia alternativa. Infatti facendo un conto, chi ha questo genere di macchine risparmia più di un quarto rispetto a coloro che usano vetture che vanno a benzina o diesel. Anche per questo, gli italiani stanno cercando di acquistare macchine che vanno a metano oppure addirittura quelle elettriche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il