BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2015: calcolo, compilazione modello DSU, fasce reddito, documenti. Domande e risposte per soluzioni e risolvere problemi

Come funziona il nuovo modello Isee 2015 e le risposte alle domande e ai dubbi più frequenti. Chiarimenti




Ci si prepara alla presentazione del modello Isee 2015, Indicatore della situazione economica equivalente, per richiedere benefici e agevolazioni fiscali. Ma vediamo cos’è e come funziona il nuovo modello 2015.

Cosa cambia nel modello 2015?

Rispetto alla precedente versione Isee, cambia il peso del valore del patrimonio immobiliare, cambia il controllo sui conti correnti, per cui sarà presa in considerazione la giacenza media e non più il saldo finale; e cambiano le possibilità di autocertificazione.

Quanti tipi di Isee esistono?

A seconda delle prestazioni richieste, vi sono diverse forme di Isee, da quello standard, che viene utilizzato in tutti i casi che non riguardano gli altri cinque casi specifici; all’Isee corrente, che certifica il cambiamento di reddito di una famiglia, da richiedere soprattutto se si perde il lavoro, aggiornando l'Isee precedente e considerando la perdita del lavoro; all’Isee Università, per avere agevolazioni per il diritto allo studio universitario; all’Isee per le residenze assistenziali, pensato appositamente per gli anziani; l’Isee per altri servizi assistenziali; all’Isee per i minori, per la richiesta di prestazioni fiscali agevolate per esempio per asili nido, mense scolastiche, acquisti di libri.

Cosa cambia per l’autocertificazione?

Con il nuovo Isee 2015 ci sarà meno possibilità di autocertificazione e i dati di maggiore interesse deriveranno dall'incrocio dei dati presenti negli archivi Inps e dell'Agenzia delle Entrate, includendo anche i dati patrimoniali e reddituali che finora ne erano stati esenti. Per la casa, rientrerà nel calcolo del valore dell'immobile anche ad una riduzione pari all'eventuale mutuo ancora in essere e per chi è in affitto viene aumentato a 7.000 euro l'anno l'importo massimo deducibile.

Cosa cambia per i le famiglie con disabili?

Per i nuclei familiari con un disabile, la novità riguarda l'introduzione di 3 diverse franchigie sul reddito in base alla gravità del bisogno: 4.000 euro per disabilità media, 5.500 euro per disabilità grave e 7.000 euro per persone non autosufficienti (gli importi aumentano se l'interessato è un minore).

Cos’è e come cambia la Dsu?

La DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica, è un documento che serve per riportare le informazioni autodichiarate e acquisite direttamente dagli archivi amministrativi dell’Agenzia delle entrate e dell’INPS. Le informazioni che possono essere autodichiarate sono: la composizione del nucleo familiare e le informazioni necessarie ai fini della determinazione del valore della scala di equivalenza; l’indicazione di eventuali soggetti rilevanti ai fini del calcolo delle componenti aggiuntive;l’eventuale condizione di disabilità e non autosufficienza dei componenti il nucleo; l’identificazione della casa di abitazione del nucleo familiare;o redditi esenti da imposta, redditi da lavoro dipendente prestato all’estero; proventi derivanti da attività agricole (imponibile IRAP); assegni per il mantenimento dei figli. Ma anche il valore del canone di locazione annuo; le spese per assistenza personale nel caso di acquisto dei servizi presso enti fornitori e la retta versata per l’ospitalità alberghiera; le componenti del patrimonio mobiliare.

Come si richiede il nuovo Isee?

Per richiedere il nuovo Isee, bisogna recarsi al Caf e compilare la Dsu 2015, che verrà poi inviata al sistema informativo dell’Isee gestito dall’Inps., che si occuperà di analizzare la domanda Inps e dare parere positivo o meno all’erogazione delle agevolazioni. Per compilare, invece, il modello Inps senza l'aiuto ai Caf, basta accedere ai sistemi informatici e seguire la procedura: Accesso al sistema– Acquisizione interattiva– Compilazione modello base– Nucleo famigliare– Patrimonio – prestazioni richieste.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il