BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità con segnali contrastanti da Unione Europea seppur significativi

Intervenire sulla riforma pensioni Fornero più serenamente dopo nuove aperture da Ue: come si potrebbe agire e cosa si potrebbe davvero fare?




Il possibile parere positivo da parte della Corte Costituzionale sul referendum della Lega per la cancellazione totale della riforma pensioni Fornero sta creando timori nei ‘difensori’ della legge pensionistica attuale che vogliono tutelare quegli 80 miliardi di euro che questa legge è l’unica che riesce ad assicurare, garantendo allo stesso tempo sostenibilità economica all’Italia. Per evitare che si possa arrivare al voto, il governo riapre la questione previdenziale pensando a novità necessario ormai da mettere in atto, nonostante il ministro dell’Economia Padoan continui a dirsi contrario a modifiche sulla riforma pensioni attuali che vuole mantenere così com’è.

Dello stesso parere l’Ue che, però, negli ultimi giorni ha aperto ad una maggiore flessibilità che rende più semplice ai Paesi dell'Unione Europea superare il limite del 3% del rapporto tra deficit e PIL, a patto che il Paese in questione si impegni a fare investimenti e a puntare su riforme strutturali. Ciò significa che l’Italia avrebbe maggiori possibilità anche di intervenire con una riforma del sistema previdenziale. E ci si chiede cosa si potrà realmente fare.

Sicuramente il 2015 sarà l’anno di revisione della governance dell’Inps, annunciata dall’ex commissario straordinario Treu ma novità sostenuta anche dal nuovo presidente Boeri e dal premier Renzi; potrà anche essere l’anno decisivo per una soluzione definitiva per il pensionamento dei quota 96 della scuola; e nelle prossime settimane, dopo il voto della Consulta sul referendum della Lega, ci si potrebbe impegnare per capire quale sia la soluzione migliore di uscita anticipata da approvare. Al momento sembra chele papabili siano uscita a quota 100 o prestito pensionistico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il