BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Equitalia 2015: sanatoria cartelle e multe sotto i 300 euro Agenzia Entrate. Regole, istruzioni, chi può fare domanda, come,quando

Il Governo ha deciso di adottare alcune novità riguardanti Equitalia. In particolare verrà introdotta una nuova sanatoria, e verrà ampliata la portata della rateazione.




Innanzitutto è prevista una sanatoria per tutte quelle cartelle non pagate che hanno un importo inferiore a 300 euro, e hanno una data di competenza posteriore al 2000. Il Governo ha precisato che in questo tipo di sanatoria non è compreso il canone Rai. Infatti l'importo del canone della tv pubblica sulla carta rientrava in questo importo, ma con una precisazione il Governo ha stabilito che questa imposta si dovrà pagare. Per usufruire di questa sanatoria non ci sarà bisogno di fare nessuna domanda: se entro tre anni il credito non sarà raccolto, partirà la cancellazione automatica della cartella. Si è deciso di introdurre questo provvedimento perché si ha la quasi certezza che queste cartelle non saranno più riscosse, e quindi si è deciso di non perdere tempo nei confronti di pratiche difficilmente risolvibili.

Un secondo provvedimento importante è relativo alla rateazione che il cittadino può concordare con Equitalia. In particolare, per le cartelle che hanno un importo inferiore ai 50 mila euro, si ha diritto ad una rateazione che può arrivare ad un numero massimo di 72 rate, e questa rateazione parte automaticamente, senza che il cittadino ne debba fare richiesta. Se invece si tratta di una cartella esattoriale che ha un importo superiore ai 50 mila euro, allora bisogna presentare una domanda dove si dimostra lo stato di disagio economico. Se si tratta di persone fisiche, bisogna presentare il modello Isee, mentre le persone giuridiche dovranno presentare dati come il Valore della produzione, inoltre Equitalia andrà a verificare la liquidità dell'azienda. Ricordiamo che si può concordare anche una rateazione composta da 120 rate, e nel caso in cui non si riesca a pagare nei termini stabiliti, il debitore ha la possibilità di richiedere un'ulteriore rateazione che si compone di ulteriori 120 rate. Si ricorda che nel caso in cui non vengano pagate consecutivamente otto rate, non si ha più diritto alla rateazione, che viene sospesa immediatamente. Questo è un intervento significativo, che dimostra la volontà di venire incontro ai contribuenti. Troppo spesso infatti sono accaduti fatti di cronaca tragici, dove cittadini disperati hanno compiuto un gesto insano solo perché non hanno avuto la possibilità di rateizzare il loro debito.

Un altro provvedimento significativo adottato dal Governo è l'introduzione delle nuove cartelle di Equitalia. Infatti verranno adottate cartelle più facili da leggere, e quindi da comprendere. Questo provvedimento ha uno scopo importante: rendere migliore, e maggiormente trasparente, il rapporto tra l'ente di riscossione e la comunità.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il