BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Referendum pensioni abolizione Legge Fornero non ammissibile: sentenza ufficiale Consulta oggi

Voto della Consulta dichiara inammissibile referendum della Lega per abolizione riforma pensioni: cosa succederà ora?




Matteo Salvini della Lega ha aspettato il verdetto della Corte Costituzionale sul referendum per la cancellazione della riforma pensioni Fornero , referendum che ha già ricevuto il primo sì dalla Cassazione e che mira a ripristinare le vecchie norme pensionistiche, che avrebbe permesso anche di chiudere i casi di esodati e quota 96 della scuola. Salvini si dice fiducioso ma la Consulta ha dichiarato inammissibile il referendum per l’abrogazione della legge Fornero.

Il verdetto della Corte costituzionale era atteso in serata, ma in meno di due ore di Camera di consiglio, i giudici hanno decretato la non ammissibilità del quesito. Si aspettano ora le motivazioni. Deluso dunque di Salvini e insieme a lui il vice presidente del Senato Calderoli che riteneva che la riforma Fornero avrebbe dovuto essere cancellata.

Soddisfatto invece Giuliano Cazzola che voleva mantenere la riforma Fornero così com’è, esattamente come il ministro dell’Economia Padoan. E soddisfatta anche  l’ex ministro del Lavoro Fornero, sicura del fatto che la Consulta avrebbe dato parere negativo.

La Fornero qualche giorno fa aveva, infatti, dichiarato: “Sono serena e faccio fatica a pensare che la Corte Costituzionale possa avallare una pessima politica. Penso che aver fatto balenare l’idea nelle persone che esista una strada in discesa sia irresponsabile. Ma questa è la democrazia: se il Paese decide che vuol tornare indietro su una riforma che è severa ma ha contribuito a evitare la crisi finanziaria bisognerà trovare le risorse.  E’ facile dire eliminiamo una riforma considerata sgradevole. E’ molto più difficile dire come. Fino al 2020 si prevede di risparmiare 80 miliardi. Se la legge viene abrogata bisogna dire con che cosa si sostituisce”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il