BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli e non 2015: pagamento confermato come regole 26 Gennaio Tar. Attesa Governo, Agenzia Entrate e nuovo ricorco

Sentenza ufficiale del Tar del Lazio oggi mercoledì 26 Gennao 2015 su Imu terreni agricoli e non. E' tutto confermato, nessuna proroga pagamento. E' ufficiale.




AGGIORNAMENTO: Il Tar del Lazio ha deciso che viene confermata ufficialmente la data del 26 gennaio 2015 per il pagamento dell'Imu sui terreni agricoli e non 2014-2015 e le regole e il calcolo, così le detrazioni e le esenzioni sarà identici a quelli decisi in precedenza.
Da sottolineare, comunque, come vi è già un nuovo ricorso in essere la cui sentenza è programmata per il 4 febbraio. Alla decisione del Tar molti esponenti politici e associazioni hanno auspicato un intervento del Governo in qanto è praticamente impossibile riuscire ad effettuare il pagamento nei 5 rimanenti anche per i commercialisti stessi.
 

Se oggi, martedì 20 gennaio, il Consiglio dei Ministri potrebbe definire nuovi parametri e criteri di pagamento dell’Imu sui terreni agricoli, domani, mercoledì 21 gennaio, è attesa invece la sentenza del Tar del Lazio sulla sospensione di pagamento dell’imposta anche sui terreni agricoli, che finora sono sempre stati esentati dal versamento Imu. Una sospensiva che domani potrebbe essere o confermata o prorogata o abolita.

La decisione del Tar sospende il decreto Imu di fine dicembre, secondo cui dovrebbero versare l'imposta anche i proprietari di terreni appartenenti a Comuni situati sotto i 280 metri di altitudine, che stabilisce esenzioni parziali per i terreni compresi tra i 281 e i 600 metri solo nel caso in cui i proprietari non siano coltivatori diretti, mentre resterebbero completamente esenti dal pagamento Imu i terreni situati in Comuni sopra i 601 metri di altitudine. Ed è proprio questo criterio di differenziazione la norma contestata dal Tar.

Ciò su cui dovrà lavorare il governo è il modo di reperire le coperture necessarie a ridefinire i parametri di esenzione del pagamento. Per non far versare l’Imu anche ai proprietari terrieri bisognerebbe pensare a misure capaci di garantire risorse di circa 300, 400 milioni di euro necessarie per la copertura del bonus da 80 euro dei dipendenti statali. E dalla decisione del Tar di domani dipenderà se si arriverà ad un nuovo ricorso e a novità il prossimo febbraio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il