Pensioni donne, vecchiaia, anzianità riforma Governo Renzi: novità Mini Pensione, quota 100, prestito con modifiche negative Boeri

Via libera ad alcune novità pensioni per il 2015 ma solo per pochi. Quali i prossimo interventi al vaglio e quando arriveranno?

Pensioni donne, vecchiaia, anzianità rif


Cambia la riforma pensioni nel 2015 ma le novità approvate con la Legge di Stabilità sono poche: è stata infatti approvata l’abolizione delle penalizzazioni per chi, avendo maturato l’anzianità contributiva, va in pensione a 62 anni, misura di cui beneficeranno soprattutto i lavoratori precoci; è stato fissato un nuovo tetto alle pensioni d’oro e sono state aumentate le aliquote di tassazione su fondi pensione e casse previdenziali dei professionisti. Mancano però quei piani di uscita anticipata per tutti capaci di assicurare una maggiore flessibilità pensionistica e che erano stati richiesti da tutti.

Piani di pensione anticipata a costo zero, tra prestito pensionistico, sistema contributivo per tutti (uomini e donne) e uscita a quota 100 o a 62 anni di età, con 35 anni di contributi e penalizzazioni, come proposto da Cesare Damiano, sono quelli di nuovo allo studio del governo, sempre più necessari per rendere il sistema pensionistico attuale più flessibile con modifiche che però non toccheranno la struttura della riforme Fornero e non intaccheranno 80 miliardi di euro di risparmi che è capace di garantire fino al 2021.

Il ministro del Lavoro Poletti aveva dichiarato di essere disponibile a rimettersi presto a lavoro sulle pensioni per raggiungere una più equa e giusta distribuzione delle risorse, stesso obiettivo che si pone il nuovo presidente dell'Inps, Tito Boeri, che ha proposto il ricalcolo contributivo per tutti delle pensioni, andando a colpire, se così si può dire, le pensioni più ricche, permettendo di recuperare nuove risorse da reinvestire nel welfare e nella previdenza stessa.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il