Crescono gli utili di Wind che decide di anticipare il pagamento di una parte del debito

Ammontano a 56 milioni di euro gli utili di Wind per i primi nove mesi del 2006, contro una perdita di 133 milioni dello stesso periodo del 2005



Ammontano a 56 milioni di euro gli utili di Wind per i primi nove mesi del 2006, contro una perdita di 133 milioni dello stesso periodo del 2005. Ricavi per 3,7 miliardi (+3,4%), ebitda di 1,27 miliardi (+16,5%) ed ebit da 495 milioni (+78,4%).

Dal momento che i conti vanno bene, la società - spiega la nota - ha deciso di rimborsare una parte del debito in anticipo: 462 milioni di euro che andranno in pagamento subito invece che a fine 2008 o metà 2009.

Il debito netto della società cala: al 30 settembre valeva poco più di 6 miliardi di euro, di poco inferiore a quello di Wind Acquisition Finance, pari a 7,1 miliardi, in calo di 231 milioni rispetto a fine giugno e di 568 milioni rispetto a fine 2005. Nei progetti della controllante Weather investiments le due società dovranno fondersi entro fine anno. Sul mercato non si vede alcun risultato poiché né Wind, né la controllante sono quotate.

Ma dati così positivi potrebbero riaprire la strada, già più volte ipotizzata, annunciata e smentita di una collocazione della società a piazza Affari. La faccenda passa però anche da Enel, che possiede circa un quarto della holding a monte della catena.

Proprio ieri Prodi, a conclusione della sua visita al Cairo, è stato a pranzo con alcuni industriali che lavorano a cavallo tra Egitto e Italia, tra i quali Naguib Sawiris, l'imprenditore a capo di Weather. Cerimonia rituale, ma il Governo ha già mostrato in passato di interessarsi alle telecomunicazioni della penisola. Cosa gli avrà suggerito?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il