BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, uomini, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità modifiche già in Parlamento con emendamenti Milleproroghe

Anche in sede di presentazione di emendamenti al decreto legge Milleproroghe, la riforma pensioni Renzi continua a rimanere una questione centrale.




Tempo di presentazione di emendamenti in Commissione Bilancio e Affari Costituzionali alla Camera dei deputati che hanno all'esame il decreto legge Milleproroghe. Quali possono essere le novità sul fronte della riforma pensioni? Le ultime notizie riferiscono che il fronte previdenziale rimane molto caldo. Fra i punti su cui è concertata l'attenzione c'è quello dell'aumento dell'aliquota Inps al 30,72%, che comprende anche la quota maternità. C'è una proposta del Partito Democratico che punta a mantenere il prelievo per professionisti e freelance iscritti alla gestione separata Inps al 27,72% per i prossimi 12 mesi.

In realtà le partite aperte sono tante, a partire da quella dei quota 96 del mondo della scuola, rispetto alla quale c'è comunque poca fiducia di una risoluzione all'interno del Milleproroghe. La parola chiave è flessibilità, la stessa ripetuta più volte da Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera dei deputati, quando propone il congedo dal lavoro a 62 anni di età con 35 anni di contributi con l'applicazione di una tabella di incentivi e penalizzazioni in base all'effettiva età del ritiro.

Un altro capitolo su cui l'attenzione è molto alta è quello degli statali. Sono 15 gli emendamenti presentati solo dal relatore Giorgio Pagliari al decreto sulla pubblica amministrazione. Uno dei più importanti punta a semplificare le norme sulla valutazione dei dipendenti, riconoscendo premialità e merito, sviluppando sistemi distinti di misurazione del raggiungimento dei risultati sia della struttura che dei singoli. L'altro punto cruciale è relativo ai dirigenti: viene ridefinito il concetto di responsabilità amministrativo-contabile del dirigente stabilendo l'esclusiva imputabilità per l'attività gestionale ed escludendo quella che deriva dall'attuazione degli indirizzi politici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il