BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, Imu terreni agricoli ufficiale proroga, riforma pubblica amministrazione, indulto,quota 96,aministia: novità oggi sabato

Misure riforma P.A., novità pensioni e nuovo emendamento quota 96 della scuola in prossimo decreto Milleproroghe: le novità del governo Renzi




AGGIORNAMENTO: Ieri, il Governo Renzi, attravero un Consiglio dei Ministri dell'ultimo minuto ha modificato l'Imu 2014-2015 terreni agricoli e non. Ecco tutte le novità per quanto riguarda la prorga di pagamento, la lista dei Comuni esenti totalmente o parzialmente (e della tipologia dei terreni), regole di calcolo in questo articolo

E’ fissato per lunedì 26 gennaio il termine di scadenza per mettersi in regola con il pagamento Imu sui terreni agricoli. L’attesa conferma della sospensione del pagamento da parte del Tar non è arrivata per cui in solo quattro giorni Caf e professionistici abilitati dovranno ‘correre’ per effettuare i giusti calcoli. Ma la situazione è ancora piuttosto confusa: innanzitutto nonostante il Tar abbia confermato il pagamento per lunedì prossimo, c’è ancora un’altra sospensiva che congela il versamento fino al prossimo 4 febbraio. Per cui la domanda sorge spontanea: si paga o non si paga l’Imu sui terreni agricoli lunedì prossimo?

Questione numero due: per pagare l’Imu il 26 gennaio bisogna attenersi alle regole contenute nel decreto di dicembre o a quelle nuove previste dal governo per il 2015? La domanda sorge per il fatto che il pagamento del 26 gennaio 2015 è quello in realtà posticipato dal 16 dicembre 2014 quando per pagare l’Imu si sarebbero dovute considerare le norme che prevedevano pagamenti ed esenzioni in base all’altitudine del Comune in cui si trova il terreno. Secondo tali criteri, sarebbero del tutto esentati dal pagamento Imu i terreni in Comuni oltre i 600 metri di altitudine, parzialmente esentati i terreni che si trovano in Comuni tra i 600 e i 281 metri di altitudine, nessuna esenzione prevista invece per i terreni ubicati in Comuni al di sotto dei 281 metri di altitudine.

I nuovi criteri di pagamento 2015, invece, si basano sulla classificazione Istat di Comuni montani, non montani e parzialmente montani. Altra questione che lascia perplessi è riguarda coloro che pagheranno regolarmente lunedì come previsto l’Imu sui terreni che il 4 febbraio potrebbe anche essere anche sospesa, che dovrà chiedere un rimborso e allora si creeranno ulteriori problemi. Insomma sembra una impasse da cui difficilmente si uscirà in qualche giorno.

Così come più di qualche giorno ancora servirà per definire le questioni di indulto e amnistia, e decidere se si tratta di misure decisive per la soluzione dell’emergenza carceraria in Italia, o meno; e quella che riguarda i quota 96 della scuola, in attesa di soluzioni ormai da quasi tre anni ma per cui, a sorpresa, potrebbe essere presentato un nuovo emendamento nel prossimo decreto Milleproroghe. Questo stesso decreto potrebbe contenere anche le prime proposte di modifica alla riforma pensioni Fornero. Ad annunciare la novità il premier Renzi, segno di una rinnovata volontà politica di cambiamenti sulla previdenza.

E probabilmente potrebbero rientrare i piani di uscita anticipata per tutti, come anche modifiche per ricche pensioni integrative o baby pensioni. Mentre si pensa a quali novità pensioni possano essere prossime ad essere presentate, continua il cammino di definizione delle misure del decreto Madia per la nuova riforma della Pubblica Amministrazione.

Un emendamento alla legge delega di riforma della Pubblica amministrazione rende più facile il ricorso a procedimenti disciplinari nei confronti dei dipendenti pubblici. Cambiano i controlli per i dipendenti pubblici dall’Inps, che diventano più ferrei; novità previste poi per mobilità e licenziamenti e reintegri. Novità anche per i dirigenti, per cui si prevede il superamento degli automatismi nel percorso di carriera e crescita in funzione di valutazione del lavoro nel corso del tempo e meritocrazia. Per la valutazione di ogni dipendente ci si servirà di “sistemi distinti per la misurazione dei risultati raggiunti dall’organizzazione e dei risultati raggiunti dai singoli dipendenti”, come annunciato dal ministro Madia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il