BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: incontro Italia Germania dopo QE. Elementi positivi per modifiche pensioni

La riforma pensioni Renzi passa anche dagli effetti sull'economia reale del Quantitative easing lanciato dalla Banca centrale europea.




All'ordine del giorno dell'incontro bilaterale fra Italia e Germania c'è il Quantitative easing, il piano di sostegno all'economia comunitaria da parte della Banca centrale europea ovvero l'acquisto di titoli e attività finanziarie con nuova liquidità. Ma questo è solo il punto di partenza che andrà a coinvolgere la politica della Commissione europea e più in generale le riforma, fra cui quella delle pensioni. Il piano della Bce non può che portare con sé novità, come trapelano le ultime notizie sull'incontro tra Matteo Renzi e Angela Merkel. Le idee sono chiare: contrastare la deflazione e aumentare la fiducia così da creare le condizioni per le riforme strutturali.

Gli effetti del Quantitative easing sono positivi anche per i conti pubblici, visto che lo Stato può collocare con maggiore facilità i titoli pubblici e il tasso di interesse che è chiamato a pagare di conseguenza scende. Inoltre quando la Banca Centrale Europea compra titoli di Stato incassa gli interessi su questi titoli e quindi i suoi profitti aumentano: i costi sono gli stessi di prima ma i ricavi si gonfiano. Ora, tutte le banche centrali devono versare i loro profitti allo Stato: in altre parole è come se gli Stati si finanziassero a tasso zero, dato che gli interessi che pagano poi tornano indietro sebbene sotto altra forma.

Acquistare bond sovrani e obbligazioni corporate permetterà alla Banca Centrale Europea di liberare i bilanci delle banche da una montagna di liquidità cruciale per finanziare l'economia reale. Dunque l'obiettivo è dare una spinta ai crediti e alle famiglie, tendendo conto che in questo caso la liquidità fornita dalla Banca Centrale Europea alle banche dell'Unione europea non deve essere restituita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il