BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: staffetta generazionale,part time,prestito fattibili più che quota 100,contributivo

Piani di prepensionamento allo studio del governo per maggiore flessibilità e nuova spinta all’occupazione giovanile: quali i meccanismi migliori e novità




Le ultime notizie su eventuali modifiche e interventi sulla riforma pensioni Fornero hanno riguardato, come ormai da mesi accade, discussioni sui piani di uscita anticipata di cui finora si è discusso, come sistema contributivo per tutti, prestito pensionistico, uscita a quota 100 e a 62 anni di età con 35 anni di contributi, che da tempo al vaglio del governo, permetterebbero ai lavoratori, su base volontaria, di andare in pensione prima, tutti a fronte di penalizzazioni. Negli ultimi giorni si era detto che tra questi meccanismi quelli più probabili da approvare avrebbero potuto essere quello di uscita a quota 100 o con prestito pensionistico.

Oggi qualcosa sembra cambiare e fra i piani appena detti, l’unico possibile da adottare sarebbe quello del piano di prestito pensionistico, che prevede la possibilità di andare in pensione prima con un anticipo sulla pensione finale da restituire una volta maturati i normali requisiti richiesti, prevedendo comunque l’erogazione di quanto comunque il lavoratore percepirebbe alla fine della sua vita lavorativa, ma erogata in due tranche, senza toccare età e contributi.

Insieme al prestito pensionistico, altre soluzioni per prepensionamento e possibilità di nuova spinta al mercato del lavoro sarebbero quelle della staffetta generazionale e del passaggio dei lavoratori prossimi alla pensione da contratto full time a contratto part time. Ogni tipo di meccanismo, però, considerando che prevede penalizzazioni a carico del lavoratore, permettere di accumulare, nel lungo periodo, risparmi che potrebbero poi essere comunque reimpiegati nella previdenza con soluzioni, per esempio, per gli eosdati, o nel welfare, per i giovani.

Di staffetta generazionale ha anche parlato il presidente Inps Boeri, facendo rientrare questo piano nelle possibilità cui puntare per rimettere in moto il lavoro in Italia, così come ha parlato di possibile ricalcolo contributivo, che prevederebbe aliquote progressive, per coloro che percepiscono pensioni d’oro calcolate in parte con vecchio sistema retributivo, e che permetterebbe di ricavare 4,2 miliardi di euro, ulteriori risorse dunque da poter riutilizzare.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il