BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donna riforma Governo Renzi: novità staffetta, part time, prestito meglio che quota 100, contributivo

Prestito pensionistico, part time e staffetta generazionale forse le soluzioni per uscita anticipata e maggiore flessibilità? Le novità pensioni di oggi




Andare in pensione anticipata con prestito pensionistico, uscita a quota 100 o a 62 anni di età con 35 anni di contributi, con sistema contributivo o staffetta generazionale e part time. Cresce il dibattito sulla riforma pensioni Fornero, crescono le proposte che assicurerebbero maggiore flessibilità come richiesto da tutti, e crescono le novità e ultime notizie che riportano nuovi interventi in merito. E più passa il tempo, più ci si avvicina a quelli che realmente dovrebbero essere i cambiamenti da attuare, più si studiano le soluzioni migliori.

E dopo  mesi trascorsi ad analizzare vantaggi e svantaggi di prestito pensionistico, uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi, con sistema contributivo, oggi si è giunti quasi alla conclusione che è giusto modificare la riforma pensioni Fornero, giusto rendere più morbidi i requisiti di oggi decisamente troppo rigidi, soprattutto per alcune categorie di lavoratori, ma giusto farlo senza modificare età pensionabile e anzianità contributiva e permettendo il prepensionamento, su base volontaria, e quindi con penalizzazioni a carico del lavoratore.

I piani che al momento sembrerebbero i più fattibili sono quelli di uscita anticipata con prestito pensionistico, che, senza appunto toccare contributi ed età, prevede la possibilità di andare in pensione prima con un anticipo sulla pensione finale da restituire una volta maturati i normali requisiti richiesti. Si tratta solo di una erogazione in anticipo di quanto comunque il lavoratore percepirebbe alla fine della sua carriera lavoratori uva, né più, né meno. Bene anche passaggio dal lavoro full time al lavoro part time che permetterebbe al lavoratori di diminuire l’orario di lavoro, percependo il 50% dello stipendio, con contributi che però continuerebbero ad essere regolarmente pagati dall’azienda, ma con possibilità di assunzione di nuovi giovani.

E questo sarebbe uno dei sistemi che darebbe vita a quel turn over per la staffetta generazionale per un ricambio continuo nel mondo del lavoro. Del resto, lo stesso presidente Inps Tito Boeri ha sempre ribadito quanto importante sia questo meccanismo di staffetta generazionale per permettere un riciclo occupazionale a sostegno del lavoro giovanile, la cui disoccupazione oggi in Italia registra numeri allarmanti.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il