BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2015: si deve pagare lo stesso se ci sono problemi e malfuzionzionamenti così risponde la Rai

Pagamento Canone Rai obbligatorio anche in mancanza di ricezione canali: quando si paga, quanto e come. Tutte le informazioni da sapere




Il 31 gennaio scade il termine di pagamento del Canone Rai 2015 che si continuerà a pagare esattamente come fatto finora e non sarà incluso nella bolletta elettrica e si paga solo sul possesso tv e non anche su tablet, smatphone, pc, com’era stato proposto e per quanto riguarda l’importo da versare, è stato congelato sui 113,50 euro. Per chiarire ogni dubbio, precisiamo che l'obbligo di pagare il canone Rai sussiste anche in mancanza di ricezione dei programmi che offre la stessa Rai. Come l'azienda stessa ha chiarito ‘Il Canone è dovuto anche in caso di mancata ricezione in quanto tassa su apparecchi abilitati alla riproduzione di programmi tv’.

Per pagare si potranno, dunque, usare bollettini postali,  da intestare a S.A.T. Sportello Abbonamenti TV- Torino sul c/c 3103, o da pagare in qualunque tabaccheria appartenente al circuito Lottomatica, Sisal o convenzionate banca ITB. Si può pagare anche tramite credito Visa, Mastercard, Moneta, Aura, Diners o American Express semplicemente contattando telefonicamente il servizio Taxtel di Equitalia Nord, al numero verde 800.191.191 da rete fissa o allo 02641 61701 da cellulare.

Gli unici esenti dal pagamento del Canone Rai sono coloro che hanno compiuto 75 anni di età entro il termine di pagamento del canone; o coloro che hanno un reddito che, sommato a quello del proprio coniuge convivente, non risulti superiore complessivamente ad euro 516,46 per tredici mensilità (euro 6.713,98 annui).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il