BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: proposte, modifiche molte e numerose sono ufficiali ormai

Disponibilità economica parte, l'esigenza di una vera riforma pensioni Renzi è sempre più avvertita. Tante le idee sul tavolo delle discussioni.




C'è sempre la riforma pensioni negli orizzonti del governo. Non sarà semplice riuscire a portare a casa novità realmente incisive sulle regole della previdenza. Ma come dimostrano le ultime notizie, l'intenzione è di trovare soluzioni alternative che possano aggirare l'ostacolo della mancanza di soldi pubblici. In particolare il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, è tornato a parlare della necessità di trovare soluzioni per chi, over 50 e senza occupazione, si trova a pochi anni dalla pensioni, ma di fatto è impossibilitato a farlo. La chiave per uscire da questa situazione di stallo sarebbe il prestito o ponte previdenziale.

Si tratta di una somma da concedere al lavoratore per permettergli il congedo e da farsi restituire senza interessi in piccole rate. Resta da capire se a contribuire al prestito ci sarebbero anche le aziende o solo lo Stato. Altre strade percorribili sono l'applicazione di quota 100 come somma dell'età anagrafica e degli anni contributivi; l'estensione agli uomini del calcolo dell'assegno con il sistema contributivo, che vede favorevole Tito Boeri, futuro presidente dell'Inps, così da permettere l'uscita anticipata e il ricambio generazionale; il congedo a 62 anni con 35 anni di contributi.

A proposito di pensioni, riforma della pubblica amministrazione e peculiarità del trattamento riservato ai lavoratori statali rispetto a quelli pubblici, non è passata inosservato come Matteo Renzi se la sia presa con i giudici che protestano per il taglio delle ferie: "Non vogliamo far crepare di lavoro nessuno, ma vogliamo un sistema più veloce e semplice". E su Twitter ha poi rilanciato: "Italia patria del diritto, non delle ferie". Non si è fatta attendere la replica dei togati alla parole del presidente del Consiglio: "Il problema è la timidezza in materia di prescrizione e corruzione".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il