BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nuova Nissan Qashqai 2015: prezzi, caratteristiche, motorizzazioni e modelli. Prova e impressioni

Con il nuovo Qashqai, Nissan punta a ripetere il successo ottenuto con la prima versione. In evidenza bassi consumi e la maggiore cura degli interni.




Forte del successo di vendite della prima generazione, Nissan lancia sul mercato la nuova versione della Qashqai. Il crossover si presenta con un design ritoccato ovvero con una linea più moderna, con nuove tecnologie avanzate e inediti strumenti di connessione di ultima generazione. La maneggevolezza di guida è il primo aspetto che emerge una volta saliti a bordo ed essersi messi in moto. L'ambiente è confortevole con sedili dotati di supporto lombare, poggiaginocchia imbottiti e illuminazione interna soffusa. Uno dei punti di forza continua a essere il bagagliaio, ora da 430 litri con doppio fondo.

I consumi sono decisamente competitivi: 6 litri ogni 100 chilometri nell'ambito di un serbatoio da 65 litri. Diesel, benzina, 2WD o 4WD, con cambio manuale o Xtronic: la gamma di motorizzazioni è come al solito molto ampia, affiancata dal sistema Stop&Start e dalle soluzioni aerodinamiche.

Quattro telecamere permettono al sistema Around View Monitor di fornire un'immagine a 360 gradi dello spazio che circonda la vettura, permettendo di fare manovra in retromarcia e di parcheggiare con facilità. Fra l'altro è possibile scegliere di visualizzare la vettura dall'alto per vedere cosa c'è intorno oppure, nel caso di retromarcia, la doppia immagine dall'alto e da dietro.

A supporto della sicurezza ci sono i fari abbaglianti automatici, il riconoscimento della segnaletica stradale, l'avviso cambio di corsia involontario, il dispositivo frenata di emergenza, il sistema di allerta oggetti in movimento, il sistema di copertura degli angoli ciechi, il rilevamento attenzione del conducente, i 6 airbag di serie. Il prezzo? Da 18.500 euro per la versione basilare fino ad arrivare ben oltre 30.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il