BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni presidente della Repubblica 2015: votazione oggi giovedì. Chi vince, candidati favoriti, pronostici e sondaggi

Il Pd voterà scheda bianca nelle prime tre votazioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica; candidati e situazione




Matteo Renzi avrebbe deciso di non proporre nomi da candidare alla presidenza della Repubblica e, come riportato, ha deciso che il Pd voterà scheda bianca nelle prime tre votazioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. Secondo le notizie trapelate, il premier avrebbe dichiarato di proporre un candidato solo al quarto scrutinio, in modo di lasciare la partita aperta per tutti. Intanto continuano i giorni concitati di incontro del premier con le diverse forze politiche. Ieri ha incontrato i senatori del Pd, mentre oggi, martedì 27 gennaio, tocca alle delegazioni degli altri partiti. Nessun incontro con il M5S, che ha detto di non essere interessato e che, tramite il suo leader Beppe Grillo, ha lanciato la proposta, ormai diventata consuetudine per il M5S, di fare scegliere al popolo della rete.

Alcuni membri della minoranza, come ad esempio Pippo Civati, hanno già annunciato che intendono proporre un candidato al PD che raccolga anche i voti di SEL, ma che non sia il risultato del patto del Nazareno e in molti ritengono che difficilmente Renzi riuscirà a raccogliere i voti di tutto il Pd su un suo candidato, altro segno del calo di consensi che, negli ultimi sondaggi, il partito di Renzi sta riscuotendo, a favore di un’avanzata di Sel e Lega.

Sono comunque diversi i nomi su cui ancorasi dibatte: escluso quello di Mario Draghi, che ha detto di non esserne interessato, in corsa al Colle ci potrebbero Giuliano Amato, Piero Fassino, Massimo D'Alema, il ministro dell'Economia Padoan, ma anche Mario Monti, Romano Prodi, Walter Veltroni, Anna Finocchiaro, Pietro Grasso, attuale presidente del Senato, Pierferdinando Casini, Ignazio Visco. Si parla anche, da qualche giorno, di Giovanni Maria Flick, ex Guardasigilli di Prodi, ex presidente della Corte costituzionale e che gode di ottimi legami con Berlusconi.

E tra questi, sembrano salire i consensi per la nomina di Piero Fassino; c’è chi guarda di buon occhio l’elezione di un Padoan o Visco; sembra inoltre, secondo quanto si vocifera, che una minoranza del Pd, d'accordo con Silvio Berlusconi, appoggi l'elezione di Amato, mentre il premier punterebbe, probabilmente, su Veltroni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il