BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2015: detrazioni, sconti, agevolazioni. Chi non deve pagare,categorie particolari o come disdire abbonamento legalmente

Scade il 31 gennaio il termine di pagamento del Canone Rai 2015: quanto si paga e chi ne è esente. Per non pagare si può procedere anche alla disdetta. Come fare




Deve essere pagato entro il 31 gennaio il Canone Rai 2015 e pagano tutti, ad eccezione di coloro che hanno compiuto 75 anni di età entro il termine di pagamento del canone, o coloro che hanno un reddito che sommato a quello del proprio coniuge convivente è inferiore a 6.713,98 euro annui. Ma non solo: insieme a queste categoria di persone vi sono anche altri soggetti esonerati dal pagamento del Canone Rai che, ricordiamo, come ha specificato l’azienda, deve essere pagato obbligatoriamente anche nel caso in cui manchi ricezione dei canali. Si tratta, per esempio, delle forze armate italiane ma l’esenzione vale solo per ospedali, case del soldato e sale convegno, mentre se il televisore si trova in una casa privata, anche se è in una struttura militare, bisogna comunque pagare il canone.

Non pagano il Canone Raii militari che appartengono alle Forze Nato di nazionalità straniera che per usufruire di questa possibilità devono scrivere al Sat, Sportello Abbonamenti Tv, allegando una dichiarazione del Comando da cui dipendono o un’autocertificazione.  Coloro che, in base a quanto riportato, rientrano nelle categorie esenti dal pagamento del Canone Rai devono compilare e inviare il modulo di richiesta in cui affermano di avere i requisiti per essere esentati, allegando un documento valido. Il modulo deve essere inviato entro la fine del mese di aprile ed è disponibile in tutti gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Per non pagare il canone si può anche fare la disdetta dell’abbonamento televisivo, solo però nei casi di cessione di tutti gli apparecchi tv detenuti o nei casi di furto, incendio o rottamazione. Per la disdetta bisogna presentare domanda entro il 31 dicembre dell’anno precedente al pagamento, e quindi per non pagare entro il 31 gennaio 2015 bisognava presentare la domanda entro il 31 dicembre 2014. Si può disdire il Canone Rai anche per suggellamento: gli incaricati dell’Agenzia delle Entrate provvedono in questo caso a sigillare gli apparecchi televisivi, rendendoli non idonei alla ricezione di programmi televisivi.

Per ottenere la disdetta dell’abbonamento televisivo, bisogna inviare il modulo apposito all’indirizzo ‘Agenzia delle Entrate S.A.T., Sportello Abbonamenti TV, Ufficio Torino 1, c.p. 22, 10121 Torino’.  Chi, invece, è tenuto al pagamento del Canone Rai entro il 31 gennaio dovrà pagare la somma di 113,50 euro tramite bollettini postali, da intestare a S.A.T. Sportello Abbonamenti TV - Torino sul c/c 3103, in qualunque tabaccheria appartenenti al circuito Lottomatica, Sisal o convenzionate banca ITB; o anche tramite credito Visa, Mastercard, Moneta, Aura, Diners o American Express semplicemente contattando telefonicamente il servizio Taxtel di Equitalia Nord, al numero verde 800.191.191 da rete fissa o allo 02641 61701 da cellulare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il