BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni presidente repubblica: diretta oggi venerdì e sabato nuove votazioni, streaming dove vedere. Chi vince, pronostici

Continuano le votazione per il nuovo Presidente della Repubblica. Diretta streaming, dove vedere e ultime notizie e novità, aggiornamenti




AGGIORNAMENTO: Continuano le votazioni sia oggi venerdì con una alle 15,30, sia molto probailmente domani alle 9,30 di sabato 31 Gennaio 2015. L'uomo forte, il candidato che può vincere è Mattarella, ,ma attenzione alle sorprese.
Sotto alcune analisi alcune delle quali ancora valide e qui altre nuove in questo articolo
 

Sono tantissimi i nomi che si sono fatti su chi potrebbe essere l'erede di Giorgio Napolitano. Prima di fare i nomi dobbiamo partire da un presupposto: il partito che ha il più elevato numero di grandi elettori è il PD, con 415. Tuttavia non sono sufficienti per eleggere il capo dello stato, quindi Renzi dovrà cercare l'accordo con altri partiti. Nelle prime tre votazioni (dove sono necessari 672 voti) Renzi ha già annunciato che il suo partito dovrà votare scheda bianca. L'obiettivo è quello di fare un solo nome e di votare quello nella quarta votazione, dove servono 504 voti.

Per quanto riguarda la forza politica con la quale trovare un'accordo, con Forza Italia già c'è un intesa sulla legge elettorale e sulle riforme costituzionali, e si potrebbe trovare anche sul nome da eleggere come capo dello stato. Tuttavia cercare un accordo con Berlusconi potrebbe portare a spaccare il PD, per questo Renzi vorrebbe trovare un nome condiviso sia dall'ex cavaliere sia dai vari Civati Fassina Bersani ecc. In questo caso il favorito potrebbe essere Giuliano Amato.

L'ex premier è ben visto sia da Berlusconi (e da Alfano), inoltre gode dell'appoggio anche della minoranza PD. Un nome che invece la minoranza dem ha proposto è quello di Romano prodi. In questo caso però l'appoggio di Forza Italia non ci sarebbe, e si dovrebbero trovare i voti di un altra forza politica. Molti nella minoranza del PD vorrebbero trovare un accordo con i grillini, ma questi non sono disposti a trattare.

Un altro nome che vedrebbe il PD compatto è quello di Walter Veltroni, tuttavia anche in questo caso la reazione di Forza Italia potrebbe essere negativa, e se non si trova l'accordo con altri partiti anche questo nome rischia di essere bruciato. Un nome che potrebbe mettere tutti d'accordo è quello del sottosegretario alla presidenza del consiglio Graziano del Rio: una figura del PD, ma che piace anche alle forze centriste e a Berlusconi. Infine, se si dovesse scegliere un profilo tecnico, il favorito sarebbe Pier Carlo Padoan. L'attuale ministro dell'economia è ben visto da tutto il mondo politico e ha una grande fama internazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il