Record per la richiesta di ristrutturazioni agevolate

In autunno cadono le foglie e salgono i mattoni: lo leggiamo su Fisco oggi, notiziario online dell'Agenzia delle entrate



In autunno cadono le foglie e salgono i mattoni: lo leggiamo su Fisco oggi, notiziario online dell'Agenzia delle entrate.

"Forse in vista dei festeggiamenti natalizi o forse in vista della tredicesima (sarà?) oppure perché l'Iva al 10 per cento attrae più di quella al 20, fatto sta che ottobre, con ben 46.841 comunicazioni di inizio lavori inviate al Centro operativo di Pescara, stabilisce il record dell'anno."

A partire dal 1° ottobre, oltre alla diminuzione dell'aliquota Iva - appunto dal 20 al 10 per cento - la detrazione Irpef scende dal 41 al 36 per cento, il contrario dell'ultima finanziaria lo che aveva alzato il bonus al 41% dal 36% ma nel contempo aveva riportato l'IVA a quota 20% sebbene l'Ue avesse prorogato fino al 2010 lIVA agevolata al 10%.

Nel dettaglio sono agevolabili i seguenti interventi:

  • Manutenzione ordinaria;
  • Manutenzione straordinaria;
  • Opere di restauro e di risanamento conservativo;
  • Lavori di ristrutturazione edilizia.

Tra le spese che danno diritto alla detrazione rientrano i costi per:

  • progettazione dei lavori;
  • acquisto di materiali;
  • esecuzione dei lavori;
  • altre prestazioni professionali richieste dal tipo di intervento;
  • relazione di conformità degli stessi alle leggi vigenti;
  • perizie e sopralluoghi;
  • imposta sul valore aggiunto, imposta di bollo e diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni, le denuncie di inizio lavori;
  • oneri di urbanizzazione;
  • altri eventuali costi strettamente inerenti la realizzazione degli interventi e gli adempimenti posti dal regolamento di attuazione.

La detrazione è ammessa anche per le spese sostenute per:

  • acquisto box o posti auto pertinenziali;
  • acquisto o assegnazione di immobili sui quali sono stati eseguiti interventi di restauro e di risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il