BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, usuranti riforma Governo Renzi: modifiche requisiti, età, contributi allo studio in tutta Europa

La riforma pensioni Renzi non è più rimandabile. Sono troppo le emergenze sociali che hanno bisogno di risposte efficaci e in tempi brevi.




Non c'è dubbio che dal punto di vista sociale, l'esigenza della riforma pensioni sia avvertita in tutti i paesi europei. In Italia, in particolare, occorre fare i conti con la legge Fornero che, anno dopo anno, sposta in avanti l'età del congedo dal lavoro e ha imposto severe penalizzazioni a chi sceglie la strada dell'uscita anticipata. Come raccontano le novità e le ultime notizie anche di questi giorni, altrove sono state scelte altre strade, supportate evidentemente da un sistema economico più florido.

Freddi numeri a parte, però, come recentemente evidenziato da ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, qualcosa andrà fatto. Il suo pensiero è rivolto a chi si trova a pochi anni dalla maturazione dei requisiti per il ritiro ma si trova in stato di disoccupazione.

Occorre tenere conto come non tutti i Paesi viaggiano alla stessa velocità. Mentre da queste parte occorre fare i conto con percentuali mortificanti sotto il punto di vista del welfare, in Germania si registrano occupazione record e disoccupazione in calo. Il mercato del lavoro tedesco ha raggiunto un livello record per l'ottavo anno consecutivo nel 2014. Sono stati impiegati una media di 42.598 milioni di persone nel 2014, 372.000 in più, ovvero lo 0,9%, rispetto all'anno precedente. Il numero dei disoccupati è diminuito di 77.000 persone, ovvero il 3,5% rispetto all'anno precedente.

Il tasso di disoccupazione in Germania è il più basso dell'Unione Europea, nel 2014 si è fermato al 4,7%, in calo rispetto al 4,9% del 2013. Situazione in miglioramento anche in Spagna: il 2014 si è chiuso con 253.627 disoccupati in meno, pari a -5,39% rispetto al 2013, la maggiore discesa annuale registrata dal 1998. Il numero totale dei senza lavoro resta comunque altissimo: 4milioni e 447.711 persone.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il