BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mattarella chi è, cosa ha fatto, le sue idee così come Amato, Veltroni, Prodi i candidati a nuovo Presidente Repubblica 2015

Dal giorno delle dimissioni di Giorgio Napolitano, 14 gennaio scorso, impazza sui media e sul web il toto – presidente. Da Veltroni a Prodi, da Amato a Mattarella tanti i nomi in giro.




Walter Veltroni oggi appare come uno dei più autorevoli candidati alla successione di Giorgio Napolitano. Nato a Roma 59 anni fa ha ricoperto numerose cariche. Tra i ruoli più importanti da ricordare l'incarico di segretario del Partito Democratico svolto tra il 2007 e il 2009 e quello di Sindaco di Roma per due mandati, 2001 e 2006. Alle elezioni politiche del 2008 Walter Veltroni è stato candidato premier nella coalizione PD – Italia dei Valori. Negli ultimi tempi si è allontanato dalla politica dedicandosi ai libri, una delle sue grandi passioni.

Il nome di Romano Prodi circola da tempo insistentemente, ma la sua elezione sembra piuttosto complessa perché poco gradita al partito di Berlusconi. L'ex premier comunque può vantare una carriera politica lunga e ricca di successi. Prodi già nel 1978 ha ricoperto l'incarico di Ministro dell'Industria durante il Governo Andreotti. E' stato due volte Presidente del Consiglio, nel 1996 e nel 2006, anche se tutte e due le volte i suoi mandati sono finiti in anticipo rispetto alla scadenza naturale. Il PD già nel 2013 lo ha candidato alla successione di Napolitano, candidatura fallita a causa dei franchi tiratori. L'incontro di Palazzo Chigi con Renzi ha rilanciato le chance di Romano Prodi, ma resta da risolvere il nodo dei franchi tiratori per evitare un altro flop.

Un altro nome che avanza è quello di Sergio Mattarella. I suoi inizi politici sono legati alla Democrazia Cristiana e da allora l'attuale giudice costituzionale ha fatto molta strada. E' stato ministro nei governi De Mita, Goria, Andreotti, D'Alema e Amato. Durante il primo governo D'Alema è stato anche vicepresidente del Consiglio. Prima del passaggio alla Corte Costituzionale, nel 2006 è stato eletto parlamentare con l'Ulivo.

Anche le quotazioni di Giuliano Amato negli ultimi giorni sono salite. Laureato in Giurisprudenza all'Università di Pisa, Amato ha fatto il suo ingresso in politica nel lontano 1983 al fianco di Bettino Craxi. Negli anni successivi è stato due volte Presidente del Consiglio, due volte Ministro del Tesoro, Ministro per le Riforme Costituzionali e Ministro dell'Interno. Il suo passato politico ricco di cariche potrebbe favorirlo nella corsa al Colle.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il