BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mattarella, nuovo presidente repubblica: chi è, idee politiche, economiche, pensioni, giustizia, cosa ha fatto quasi votato oggi

Mattarella è il nuovo presidente della repubblica italiana. Chi è, la sua storia, le sue idee




AGGIORNAMENTO: Il nuovo Presidente della Repubblica dovrebbe essere ormai Sergio Mattarella. Ecco chi è, cosa ha fatto, le sue idee politiche, economiche, sociali, sulla giustizia e su alcuni temi spinosi come la riforma della pensioni. Le abbiamo viste in questo articolo al seguente link diretto

Non è certo un segreto che il Partito Democratico avrà certamente parecchia voce in capitolo nella decisione del futuro inquilino del Quirinale. E così il PD avrebbe individuato quattro figure autorevoli per ricoprire la prima carica dello Stato: Romano Prodi, Anna Finocchiaro, il ministro Padoan e Walter Veltroni.

Per quanto possa sembrare impossibile Prodi potrebbe rientrare nelle grazie della maggioranza dei grandi elettori. Nonostante, nel recente passato, sia stato infatti pugnalato alle spalle da 101 parlamentari del proprio partito, per l'ex premier potrebbe essere arrivato il momento di andare al Quirinale da inquilino. Con i voti di un PD compatto, dei fuoriusciti dal M5S e di parte del NCD, questa volta Prodi potrebbe davvero farcela. Di contro, preoccupato dalle possibili richieste di Berlusconi, Renzi potrebbe decidere alla fine di accantonare questo candidato.

Un altro nome proposto dal PD è quello della Finocchiaro. Con la capogruppo al Senato del PD nella scorsa legislatura, si potrebbero mantenere i giusti equilibri ed arrivare ad un esito positivo. Tale figura infatti sarebbe ampiamente apprezzata sia dal NCD che da Berlusconi. Inoltre piacerebbe a molti vedere, per la prima volta, un Presidente della Repubblica donna.

Anche il ministro Padoan rientra tra i papabili per la corsa al Colle. Non appartenendo a nessuna aerea politica ed essendo riconosciuto come saggio ed onesto da tutti, potrebbe essere la persona ideale. Tuttavia la scarsa importanza a livello internazionale potrebbe fortemente compromettere la sua possibile elezione a Presidente della Repubblica.

Veltroni infine è un altro possibile candidato. Grillo infatti potrebbe decidere, al fine di far crollare il patto del Nazareno, di proporre tale nome al PD che non potrebbe che essere felice di votarlo, in quanto espressione del centro sinistra. Tuttavia l'intesa Renzi-Berlusconi, fondamentale per la riuscita di riforme istituzionali, verrebbe meno. Questo quindi potrebbe portare Renzi ad optare per un nome apprezzato da Forza Italia, facendo così decadere la candidatura di Veltroni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il