BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, precoci riforma Governo Renzi: novità interventi e modifiche, Baretta sollecita di nuovo quota 100

Sono tante le ipotesi per modificare la riforma pensioni. Per Baretta le nuove generazioni non possono farsi carico di mantenere i privilegi di quelle precedenti.




La partita della riforma pensioni Renzi è decisamente aperta. Sono troppo le questioni ancora in attesa di risposta per non immaginare novità nelle prossime settimane. Sul tema è intervenuto anche il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, secondo cui occorre trovare risposte strutturali alle emergenze. Ma ovviamente non è semplice riuscire a individuare la soluzione giusta con i pochi spazi di manovra permessi dalla crisi economica. Fra le ipotesi su cui si ragiona ci sono l'applicazione di quota 100 come somma dell'età anagrafica e degli anni contributivi e il congedo a 62 anni con 35 anni di contributi.

Altre strade percorribili sono l'estensione agli uomini del calcolo dell'assegno con il sistema contributivo così da permettere l'uscita anticipata e il ricambio generazionale; l'introduzione del prestito previdenziale, da restituire in piccole rate e senza interessi, per consentire il ritiro dal lavoro degli over 50 disoccupati e privi di sostegni al reddito. Quest'ultima è una soluzione rilanciata di recente dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, prima che scoppi "un problema sociale".

Intervenendo alla tavola rotonda "Il futuro previdenziale dei professionisti", promosso a Roma dalla Cassa di previdenza dei ragionieri, presieduta da Luigi Pagliuca, il sottosegretario Baretta ha spiegato che "occorre una rivisitazione del principio del diritto acquisito, che va inquadrato in un'ottica evolutiva. Esiste infatti una nuova soggettività dei diritti. Dobbiamo mettere in contrasto teorico i diritti acquisiti e quelli di prospettiva delle giovani generazioni". In buona sostanza, a suo dire, le nuove generazioni non possono farsi carico di mantenere i privilegi di quelle precedenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il