BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma, penalizzazioni anticipate eliminate per diversi casi. Le regole INPS ufficiali

Sono ancora tanti i nodi da sciogliere sul versante della riforma pensioni Renzi. Occorrono chiarimenti anche sull'abolizione delle penalizzazioni. Le ultime notizie.




In attesa della riforma pensioni Renzi occorre fare riferimento alle norme contenute nella legge Fornero per capire quando congedarsi dal lavoro. Non ci sono grandi novità rispetto allo scorso anno (ma ci saranno dal 2016): per il ritiro servono 66 anni e 3 mesi per lavoratori dipendenti e autonomi e per lavoratrici del settore pubblico, 63 anni e 9 mesi per lavoratrici del settore privato; 64 anni e 9 mesi per lavoratrici autonome. Per quanto riguarda la pensione anticipata, a chi è in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, sono richiesti 42 anni e 6 mesi di anzianità contributiva per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne.

La principale novità è piuttosto la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in congedo prima dei 62 anni con 42 anni e 1 mese di contributi (nel caso degli uomini) o 41 anni e 1 mese (se donne). Il disincentivo era pari all'1% per ognuno degli ultimi due anni mancanti al compimento dei 60 anni. Nel caso in cui l'età non era intera, valeva la riduzione proporzionale al numero dei mesi. La misura è stata introdotta con la legge di stabilità, ma resta da capire cosa succederà con gli assegni già decurtati prima dell'approvazione della manovra finanziaria. Si attendono chiarimenti da parte dell'Inps.

Ma non è l'unico nodo da sciogliere. C'è quello che riguarda la cosiddetta opzione donna ovvero la possibilità di andare in pensione anticipatamente optando per il sistema contributivo ovvero a 57 anni con 35 anni di contributi. Altre ipotesi in campo sulla riforma pensioni sono l'applicazione di quota 100 come somma dell'età anagrafica e degli anni contributivi; l'estensione agli uomini del calcolo dell'assegno con il sistema contributivo; il congedo a 62 anni con 35 anni di contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il