BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, precoci riforma Governo Renzi: novità positive per Pil più alto, apertura riforma Ue, affermazioni ufficiali

Torna a crescere il Pil italiano e previsioni positive per i prossimi mesi anche da Bankitalia: indicazioni positive per nuovi interventi riforma pensioni Fornero




Torna a crescere il Pil Italiano: secondo gli ultimi dati Istat, l’economia italiana a gennaio ha mostrato segni di ripresa e il Pil è tornato positivo ‘delineando una ripresa dell’attività economica nei primi mesi dell’anno, indicazioni favorevoli che derivano dalla produzione e dagli ordinativi esteri di alcune componenti rilevanti del comparto dei beni strumentali.Con riferimento alle famiglie, il rialzo del clima di fiducia è stato sostenuto dal significativo miglioramento delle aspettative. L’aumento del reddito disponibile reale nel terzo trimestre si è riflesso in un aumento del tasso di risparmio. Le condizioni del mercato del lavoro, tuttavia, rimangono difficili, con un elevato tasso di disoccupazione’.

Anche Bankitalia spiega che la crescita nei prossimi mesi sarà ‘significativamente superiore alle stime di Banca d’Italia, ma il quadro macroeconomico resta fragile e la congiuntura nel nostro Paese migliora con lentezza’. Secondo quanto precisato dal vice direttore generale di Bankitalia, Fabio Panetta, “Le stime per il 2015 miglioreranno e saranno superiori a quelle indicate nell’ultimo bollettino, che davano un aumento del Pil dello 0,4% nel 2015 e dell’1,2% nel 2016. Tuttavia, il quadro macroeconomico e finanziario resta tuttavia fragile e tensioni politiche e finanziarie possono tornare a minacciare la stabilità dei mercati dell’area dell’euro’.

Si tratta però di nuove indicazioni e stime che, unite alle aperture da parte dell’Ue ad una maggiore flessibilità qualche settimana fa, potrebbero significare in Italia possibilità di interventi sulla riforma pensioni Fornero con novità che riescano a cambiare il sistema previdenziale attuale rendendolo più flessibile ma anche più sostenibile. Bisogna però capire quali sono gli interventi migliori su cui puntare, considerando le ultime divergenze di idee emerse nei piani di lavoro di diverse forze politiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il