BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: per interventi urgenti, forti Boeri ad INPS e Renzi vuole per sè Ministero Economia

Nuovo presidente della Repubblica e probabile rimpasto di governo: con Renzi alla guida del Ministero dell’Economia insieme a Boeri dell’Inps via a modifiche riforma pensioni




L’elezione del nuovo presidente della Repubblica potrebbe avere tantissime conseguenze innanzitutto sui piani di lavoro del governo Renzi ma anche in relazione ad un eventuale rimpasto di governo. Ciò che si pensa potrebbe cambiare è la guida del Ministero dell’Economia, tanto ambito da Renzi. Si tratterebbe di un primo passo verso novità che dovrebbero chiudere un cerchio di cambiamenti. Il ministro Padoan all’Economia era stato scelto da Giorgio Napolitano ma in questi mesi di governo Renzi sono state diverse le dissonanze tra il ministro e il premier stesso, tante le occasioni in cui sono emerse idee diverse, anche sulla questione pensioni.

E il nuovo percorso iniziato da Renzi stesso con la nomina di Tito Boeri presidente dell’Inps potrebbe concludersi con il suo arrivo alla guida del Dicastero dell’Economia ed ecco che ci si metterebbe subito a lavoro su modifiche da applicare alla riforma pensioni Fornero e non solo. Le ultime notizie testimoniano infatti come tra le linee guida di nuovo lavoro all’Inps alcune idee di Tito Boeri vadano di pari passo con quelle proposte tempo fa dagli stessi consiglieri economici di Renzi, dal contributo di solidarietà sulle pensioni cosiddette d’oro, al ricalcolo contributivo per tutti, alla revisione della governance dell’Inps stesso.

Accanto a questi interventi, allo studio il reale aumento delle pensioni minime con estensione del bonus di 80 euro anche ai pensionati, nonché quei sistemi di uscita anticipata per tutti che dovrebbero garantire maggiore flessibilità pensionistica, in accordo con quanto sostenuto da sempre da Renzi, vale a dire intervenire con modifiche alla legge attuale senza stravolgerne quell’impianto capace di garantire allo Stato, fino al 2021, ben 80 miliardi di euro di risparmi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il