BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2015: scadenza 2 Febbraio ieri superata. Si può ancora pagare con multe e sanzioni. Cosa si rischia se non si paga

Il rinnovo annuale dell'abbonamento RAI è un obbligo imposto da precise disposizioni. Previste sanzioni salate in caso di mancato pagamento dell'imposta.




Ogni anno alla viglia della scadenza del canone RAI la maggior parte dei cittadini italiani si interroga sulle possibilità di non pagare l'abbonamento e sulle eventuali sanzioni previste in caso di mancato o ritardato pagamento. Un'imposta storicamente abbastanza indigesta dovuta da tutti coloro che detengono uno o diversi apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi.

L'importo da pagare entro la scadenza (31 gennaio 2015) è di euro 113,50 e chi non versa l'imposta viene considerato un evasore. E' bene sottolineare come ci sia la possibilità di rateizzare il pagamento e pagare in due o quattro rate. Per chi legalmente non vuole pagare il canone l'unica strada da seguire è la disdetta per suggellamento: una pratica che va fatta tramite domanda scritta. In seguito a tale domanda, i funzionari della Guardia di Finanza si recheranno a casa di chi ha fatto richiesta di disdetta per rendere inutilizzabili gli apparecchi televisivi sigillandoli in appositi involucri. Senza alcuna disdetta per suggellamento, o si paga o si incorre in sanzioni. Ecco una mini guida con le indicazioni delle sanzioni previste.

In caso di ritardo
Nel caso in cui il canone RAI 2015 venga pagato dopo il 31 gennaio e con un ritardo inferiore ai 30 giorni la sanzione da pagare è pari a euro 4,47, mentre se il pagamento avviene con un ritardo superiore ai 30 giorni allora la sanzione raddoppia (euro 8,94). Invece, se il pagamento del canone viene effettuato con un ritardo che supera i 6 mesi, oltre agli interessi di mora, sarà applicata una sanzione aggiuntiva pari all'1% per ogni semestre. Chi rinnova l'abbonamento del canone RAI in ritardo rispetto ai termini di legge deve pagare utilizzando un bollettino di c/c 1107 intestato a: AG. ENTRATE DP. I UFF. TERR. TO 1 SAT RECUPERO CANONI ABBONAMENTO TV.

Mancato pagamento
Coloro che non pagano affatto il canone vanno incontro a sanzioni ben diverse anche perché rientrerebbero nella categoria degli evasori. In questi casi, infatti, si rischiano sanzioni salate fino a circa 600 euro. L'azienda, in caso di mancato rinnovo, procede in via prioritaria a un recupero bonario prima di passare al recupero coattivo, salvo poi dopo l'accertamento dell'evasione disporre la massima sanzione.

Appare evidente che è meglio attenersi all'obbligo del pagamento e versare in tempo utile l'importo previsto per l'anno 2015 (euro 113,50). Gli escamotage per non pagare non esistono e quindi meglio non esporsi a rischi inutili e gravosi. D'altronde il tempo per effettuare il versamento c'è tutto e pagare con un ritardo inferiore a 30 giorni dalla scadenza naturale del 31 gennaio 2015 comporta il pagamento di una sanzione minima.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il