BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Presidente della Repubblica: i candidati favoriti, pronostici, chi vince,

Scattato l'iter per l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, ma c'è ancora tanta incertezza. I molti nomi e la poca condivisione rendono lo scenario complesso.




Finito il conto alla rovescia hanno preso il via a Montecitorio le votazioni per il Presidente della Repubblica. I nomi dei candidati alla presidenza sono tanti e non sembra esserci un'intesa così forte da permettere una rapida elezione. Su una cosa sembrano d'accordo tutti: il prossimo inquilino del Quirinale dovrà essere un politico esperto e competente.

Renzi sembrerebbe puntare forte su Sergio Mattarella, attuale giudice costituzionale e con un grande passato politico alle spalle. Palermitano di nascita, Mattarella ha iniziato la sua carriera politica fin da giovane e negli anni ha rivestito vari ruoli importanti. E' stato ministro durante i governi Goria, De Mita, Andreotti e D'Alema. Nelle ultime ore sembra che sinistra e destra si stiano compattando su questo nome, che al momento appare favorito su gli altri candidati.

Un altro nome che potrebbe unire sinistra e destra è quello di Casini. Il leader dell'UDC vanta una comprovata esperienza e una storia politica di tutto rispetto: qualità gradite a tutti i partii.

Resta sugli scudi anche il nome di Giuliano Amato. Nato a Torino il 13 maggio 1938, in diverse occasioni ha ricoperto ruoli istituzionali di rilievo. Per due volte è stato Presidente del Consiglio anche se in entrambi i casi il suo incarico finì prima della sua naturale scadenza.

In questo difficile scenario questi tre candidati sembrano leggermente in vantaggio sugli altri e ad oggi Sergio Mattarella dei tre sembra quello più gettonato. Più indietro nei pronostici Prodi, Veltroni e Padoan.

Restano comunque da superare parecchi ostacoli. Il Movimento 5 Stelle continua nelle polemiche, mentre Lega Nord e SEL si guardano bene dal fare nomi. Il partito di Salvini non sembra neanche intenzionato al dialogo, mentre altri partiti sono apparentemente fermi in attesa di una mossa da parte del PD e di FI. Ormai l'iter è partito e i milioni di italiani in ansia per conoscere il nuovo Presidente della Repubblica dovranno solo pazientare un altro po' di tempo. Intanto, il toto - Presidente impazza ancora.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il