BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2015: epoca, storiche e altri modelli auto pagamento a calcolo proroga e avvocato obbligatorio per incidenti

Scade oggi, lunedì 2 febbraio, il termine di pagamento del bollo 2015 per auto e moto e negoziazione assistita obbligatoria per incidenti: le novità 2015




Scade oggi, lunedì 2 febbraio, il termine di pagamento del bollo 2015 per auto e moto che sta facendo parecchio discutere a causa della novità della Legge di Stabilità 2015 che cancella l’esenzione del pagamento per le auto cosiddette storiche. Fino allo scorso anno erano infatti esenti dal bollo le auto con più di 20anni di vita, la Legge di Stabilità fissa invece l’esenzione per le auto con più di 30 anni. Tuttavia, ogni regione ha deciso in autonomia quale regola adottare: Puglia, Lazio, Sardegna, Val D’Aosta, Calabria, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Molise, Umbria, Abruzzo, Marche, Campania, Provincia di Trento, Basilicata e le auto tra i 20 e 29 anni pagano 50 euro fino a cc 1000; 100 euro da 1001cc-2000cc; e 200 euro oltre 2001cc; in Lombardia, la Giunta regionale ha stabilito ancora l’esenzione dal pagamento del bollo per i veicoli sopra i vent’anni di immatricolazione, iscritti ai registri Automotoclub Club Storico Italiano (ASI), Storico Lancia, Italiano FIAT, Italiano Alfa Romeo, Federazione Motociclistica Italiana (FMI); mentre in Piemonte è stato del tutto prorogato il pagamento del bollo al prossimo 28 febbraio nell’attesa che arrivino chiarimenti.

In Toscana è stato deciso che deve essere versata paga una tassa automobilistica ordinaria di 63 euro per le auto e 26,25 euro per i motocicli, mentre in Veneto, i veicoli tra i 20 e 30 anni sono esenti dal bollo solo se utilizzate per competizioni o ricerca tecnica ed estetica. Tutti gli altri oggi sono tenuti al pagamento del bollo, altrimenti bisognerà versalo nei giorni prossimi ma con eventuali sanzioni aggiuntive.

Per calcolare il bollo, anche stamattina stesso, basta semplicemente collegarsi al servizio online dell’Agenzia delle Entrate, inserire i dati richiesti, dalla targa del veicolo, al modello, alla regione di immatricolazione, alla potenza del veicolo espressa in chilowatt, alla direttiva euro, e poi pagarepresso qualsiasi ufficio postale, presso gli uffici provinciali A.C.I. e le delegazioni A.C.I., e presso tabaccai e Agenzie pratiche auto autorizzate.
 
Insieme alla cancellazione dell'esenzione del bollo per le auto sopra i 20, l'altra novità 2015 per i guidatori prevede l’obbligo di rivolgersi agli avvocati in caso di incidenti stradali in cui sono coinvolti veicoli e natanti e per pagamenti fino a 50mila euro, per avviare un percorso di negoziazione strutturato. Per la negoziazione assistita, la parte che vuole avviare una causa deve invitare l'altra parte a stipulare una convenzione di negoziazione assistita tramite il proprio avvocato. Nel caso di negoziazione assistita, l’avvocato non dovrà ricevere alcun compenso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il