BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Governo Renzi: riforma, modifiche,cambiamenti secondo nuove dichiarazioni Mattarella Presidente Repubblica

Mattarella nuovo Presidente della Repubblica discorso alle Camere: le novità eventuali e come si lavorarà sulla riforma pensioni




E’ Sergio Mattarella il nuovo Presidente della Repubblica pronta a raccogliere l’eredità di Giorgio Napolitano domani, martedì 3 febbraio alle 10, con la cerimonia del suo giuramento, personalità che sicuramente non riprenderà in molte cose le linee guida del suo predecessore, almeno secondo il parere di alcuni, su riforme, tra cui la riforma pensioni Fornero, e decisioni Ue. Il primo pensiero di Mattarella è stato per le difficoltà e le speranze degli italiani e domani, davanti alle Camere, via libera alle novità e ultime notizie su come il nuovo Presidente intende lavorare.

Dalle riforme in campo economico, sulle quali certamente spingerà perché, come ha detto lui stesso, “senza una modernizzazione su questo fronte non potremo risollevare da una crisi che morde le famiglie italiane da ormai troppo tempo. E riforme costituzionali, ovviamente, visto che il percorso per un engeneering della Carta è ormai aperto e abbandonarlo a metà dell’opera sarebbe una dissipazione di energie e di coraggio. Bisogna innovare per non tradire”.

Mattarella sostiene l'urgenza di “tornare ad una politica alta, che si occupi dei problemi veri del nostro paese. Ricucirò i contrasti e gli strappi. E, secondo quanto emerge, Mattarella spingerà anche una maggiore flessibilità, anche pensionistica, per favore la crescita, contro l’austerità finora perpetrata, approfittando anche delle recenti aperture Ue, disposta proprio ad una maggiore flessibilità nei confronti di quei Paesi in difficoltà che vogliono avviare importanti riforme strutturali.

E intervenire sulla previdenza italiana è certamente una questione importante per ridare sostenibilità, slancio ed equità al sistema pensionistico. Vista la disponibilità ad una maggiore flessibilitàà, si potrebbe pensare alla realizzazione di uno dei sistemi di uscita anticipata già discussi in questi ultimi mesi, così come a part time e staffetta generazionale che, oltre ad intervenire sulla riforma previdenziale, permetterebbero anche di dare nuovo slancio all'occupazione. Bisognerà comunque attendere per capire come si intenderà lavorare in maniera concreta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il