BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità Presidente Mattarella per equità sociale e impulso interventi

Il nuovo presidente della Repubblica pronto a giuramento e discorso alle Camere: tra le questioni di domani anche la riforma pensioni ed eventuali novità




“Rapporto diretto con gli italiani, grande attenzione ai bisogni della gente, gli interventi per agganciare la ripresa, la coerenza internazionale e l'indispensabilità dell'Unione europea”: queste le linee guida, dicono i collaboratori, del discorso che domani, martedì 3 febbraio, il neo eletto Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, terrà di fronte alle Camere. Di grande interesse sapere cosa dirà sulle riforme, soprattutto quelle economiche, che forse la gente attende con grande attenzione.

Non dovrebbe esserci alcun riferimento diretto a particolari riforme strutturali nell’intervento definito “asciutto” di Mattarella che pensa soprattutto alle “difficoltà e le speranze degli italiani” e al bisogno di innovazione “per non tradire, tornare ad una politica alta, che si occupi dei problemi veri del nostro paese. Ricucirò i contrasti e gli strappi”.

E sulle pensioni, Mattarella ammette di essere aperto a modifiche flessibili da applicare alle norme della riforma pensioni Fornero. Via libera, dunque, forse e finalmente, all’approvazione di uno di quei piani di uscita anticipata di cui si è tanto parlato in questi ultimi mesi, da prestito pensionistico a uscita con quota 100 o sistema contributivo per tutti, ma anche a meccanismi per rendere l’attuale sistema previdenziale più equo.

E lo si potrebbe fare magari considerando le proposte del nuovo presidente Inps Boeri di ricalcolo contributivo per tutti e prelievo di solidarietà che colpirebbe le pensioni più elevate. Se così fosse, probabilmente si darebbe un primo importante segnale di cambiamento al nostro Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il