BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie positive contro vincoli Ue grazie a sostegno Obama, movimenti Spagna, Tsipras Grecia

Cosa può cambiare per la riforma pensioni Fornero in Italia dopo successo Tsipras in Grecia e novità Spagna e ripresa Usa




L’elezione di Alexis Tsipras in Grecia potrebbe profilarsi con il via per intraprendere una nuova strada di cambiamenti e novità contro l’austerità imposta dall’Ue. Soprattutto per quanto riguarda interventi e cambiamenti sulla riforma pensioni Fornero in Italia. Del resto, si tratta di un argomento, quello pensionistico, abbastanza dibattuto ovunque e che in Germania, la scorsa estate, ha subito già modifiche. E’ infatti stata abbassata l’età pensionabile per tutti, scesa a 63 anni, rendendo meno rigido il sistema pensionistico e dando una nuova boccata di ossigeno ai lavoratori. Dopo la Germania, sono diversi gli Stati che vorrebbero seguire il suo esempio ma non si tratta di un cambiamento sempre facile.

Per esempio, secondo il ministro dell’Economia Padoan, nel nostro Paese i tempi non sarebbero ancora così maturi da attuare un cambiamento del genere abbassando le pensioni per tutti, ma tutti sono d’accordo con questa maggiore flessibilità. E non solo nel BelPaese. La manifestazione contro l’austerità dell’Ue ha portato il popolo di Spagna a invadere Madrid, sabato scorso, Podemos, partito della Sinistra radicale spagnola, ha organizzato una mega manifestazione di protesta contro l'austerità. Il leader, Pablo Iglesias, spera che anche in Spagna possa accadere ciò che è successo in Grecia con la novità Tsipras.

Ambizioso il programma di lavoro di quest’ultimo, dal deciso taglio del debito pubblico a nuovo slancio alla disoccupazione, revisione del sistema sanitario e pensionistico, con possibilità di aumentare stipendi e pensioni minime, di garantire a tutti le cure sanitarie, di rivedere la previdenza alla luce di cambiamenti necessari per garantire una vita dignitosa a tutti.

Dalla parte delle novità e delle 'ambizioni' di Tsipras il presidente Usa Obama, anch'egli reduce da un grande successo di ripresa americana. Per Obama, “Non si può continuare a spremere Paesi che sono nel pieno di una recessione.  un certo punto ci deve essere una strategia per la crescita per permettergli di ripagare i loro debiti ed eliminare una parte del loro deficit. È molto difficile avviare questi cambiamenti se gli standard di vita cadono del 25%, alla lunga il sistema politico e la società non riescono a sostenerlo. La strada migliore per ridurre il deficit e mettere ordine nei bilanci è crescere”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il