BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Equitalia 2015: pagamento multe e cartelle. Come versare meno grazie a soluzione e offerte banche

Equitalia e le nuove regole previste per il 2015, accorgimenti utili per pagare meno interessi sulle rate e pagare multe e cartelle attraverso la banca.




Equitalia Spa è la società incaricata, in Italia, della riscossione dei tributi su quasi tutto il territorio nazionale ed è partecipata sia dall'Inps, sia dall'Agenzia dell'Entrate. Ricevere una sua cartella esattoriale, quindi, non è mai una cosa da niente, specialmente per la laboriosa attività burocratica degli enti italiani. Tuttavia nel 2015 sono state apportate delle modifiche alle metodologie con cui opera la società. In attesa di una riforma anche delle operazioni di riscossione locale, si possono già apprezzare a livello nazionale dei miglioramenti atti a semplificare le procedure e rendere la prassi più abbordabile a tutti i contribuenti.

Con le nuove modalità che entrano in vigore il primo gennaio 2015, il contribuente potrà pagare meno interessi sulle rate e usufruire di una dilazione semplificata ed agevolata. In allegato alla cartella, verrà fatto pervenire ai contribuenti un piano di rateizzazione precompilato, i quali potranno accettarlo direttamente senza doversi recare negli appositi uffici dell'ente. Ovviamente sarà sempre prevista la possibilità di pagare in un'unica soluzione, entro il termine di 60 giorni, risparmiando così ancora di più sulla quota interessi del debito. Sorgono differenze per quanto riguarda il numero delle rate a seconda del valore totale del debito.

Per quanto riguarda i debiti sotto i 50 mila euro sono previste 72 rate ed un importo che non potrà essere inferiore ai 100 euro. Per quanto riguarda, invece, gli importi superiori il numero delle rate può essere di 72, oppure di 120 usufruendo del piano straordinario. Il piano straordinario viene attuato solo in casi di comprovata difficoltà economica e comunque presentando l'Isee.

Un'altra innovazione introdotta riguarda i cosiddetti pagamenti comodi. In sostanza si è cercato di agevolare la situazione del contribuente permettendo di far transitare cartelle e multe attraverso la banca. Viene riconosciuta la possibilità di effettuare i pagamenti direttamente dal proprio sportello bancario ed, oltretutto, anche attraverso il canale dell'home banking. Queste migliorie, insieme alle altre che entrano in vigore quest'anno, si è cercato di creare una società che fosse allo stesso tempo più efficiente sul piano del recupero dei crediti erariali, e dall'altro più attenta alle esigenze dei cittadini. Le due necessità si incontrano nel momento in cui il contribuente viene messo nelle condizioni di poter ottemperare ai propri obblighi, riuscendo ad ottenere un servizio che tenga conto anche delle sue problematiche economiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il