Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: contributivo se viene approvato c'è apertura per quota 100, Mini Pensione, prestito

Ricalcolo contributivo per tutti potrebbe aprire la strada anche ad alte modifiche e novità riforma pensioni: ipotesi ancora allo studio e attese

Pensioni Governo Renzi riforma ultime no


Il presidente dell’Inps Boeri punta sul ricalcolo contributivo pensionistico per tutti, con l’obiettivo di ristabilire equità e sostenibilità nel sistema previdenziale italiane e si pensa che questa novità possa aprire la strada anche ad alte modifiche e novità più orientate verso una maggiore flessibilità in uscita. Con l’intervento di ricalcolo contributivo si inizierebbe a rivedere un sistema che appare decisamente squilibrato e che potrebbe prevedere nel suo percorso di rinnovamento anche quelle correzioni alla riforma pensioni Fornero tanto auspicate da tutti nel corso soprattutto di questi ultimi mesi.

Potrebbero dunque ricevere un via i piani di uscita anticipata tra estensione del contributivo per tutti, uscita a quota 100 o a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni (o al contrario incentivi se si decide di rimanere a lavoro anche oltre i 66 anni e fino massimo ai 70), o prensione anticipata con prestito pensionistico, part time e staffetta generazionale. Si tratta di capire quale potrebbe essere il sistema di prepensionamento migliore considerando che le ultime notizie riportano divergenze tra forze politiche e sociali proprio su questi sistemi.

C’è infatti chi continua a ritenere come soluzione migliore il ritorno alle quote e l’uscita con quota 100, chi invece ritiene che prestito pensionistico, insieme a part time e staffetta generazionale siano i sistemi migliori perché soddisferebbero le richieste di chiede di andare in pensione prima rispetto ai rigidi requisiti oggi fissati dalla legge Fornero ma senza modificare età e contributi richiesti da questa stessa legge, lasciando, di conseguenza, inalterati quegli 80 miliardi di euro di risparmi che garantisce, secondo le stime, fino al 2021.

Si attendono intanto risposte ufficiali sulla conferma Inps della proroga dell’opzione contributivo donna che Sel ha chiesto di prorogare ancora dal 31 dicembre 2015 al 31 dicembre 2016 e si attendono ancora notizie sull’incontro, al momento saltato, tra il presidente dell’Inps, Tito Boeri, e il ministro dell’Economia Padoan, che potrebbe essere determinante per la realizzazione concreta di interventi sull’attuale riforma previdenziale, visto che Padoan si è sempre dichiarato contrario ad ogni tipo di modifica, almeno per il momento.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire