BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, precoci, uomini riforma Governo Renzi: novità e conseguenze per privati con prepensionamento statali province

La partita delle pensioni continua a essere decisamente aperta, come dimostrato dalle novità e dalle ultime notizie che arrivano dal versante dei dipendenti pubblici.




Le attenzioni sulla riforma pensioni Renzi sono adesso tutte concentrate sul versante dei dipendenti pubblici. In particolare, il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, ha alla firma la circolare attuativa con le linee guida per il collocamento del personale delle amministrazioni provinciali dopo il riordino degli enti e il taglio di un miliardo della dotazione finanziaria. Resta da capire come le novità previste possano avere conseguenze anche nel settore privato. Si tratta di due comparti che evidentemente viaggiano a velocità differenti, come dimostrato dalle recente polemiche sugli ambiti di applicazione del Jobs Act.

Cosa prevede la gestione degli esuberi delle amministrazioni provinciali? Chi entro il 2016 maturerà i requisiti per il pensionamento lascerà il lavoro. I prepensionamenti con le regole in vigore prima dell'introduzione della legge Fornero sono consentite alla pubblica amministrazione con personale in esubero.

E ancora, ritorno alle Regioni, con ampliamento della dotazione organica, dei dipendenti delle province per le funzioni delegate dalle prime alle seconde; trasferimento di personale alle Regioni a valere sulle risorse destinate a assunzioni per il 2015 e 2016 (possibile estensione anche al Servizio Sanitario nazionale).

Le norme prevedono il ricollocamento presso le altre amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, a valere sulle risorse destinate a assunzioni per il 2015 e 2016. Mobilità prioritaria verso gli uffici giudiziari per la copertura di 1.031 posti. In ballo c'è anche l'ipotesi di contratto di solidarietà per il personale eventualmente non ricollocato. Infine, ipotesi, in via subordinata ai contratti di solidarietà, del collocamento in disponibilità del personale soprannumerario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il