BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Comunicazione Dati Iva 2015 e partita iva nuovo regime dei minimi: Agenzia Entrate chiarimenti per la prima. Si attenda seconda

Chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate sull’ultima Comunicazione dei dati Iva: cosa fare e come deve essere inviata. Sanzioni previste in casi di errori e omissioni




Il governo potrebbe fare dietrofront sulle novità del regime dei minimi 2015 per chi decide di aprire una nuova Partita Iva ed entro il prossimo 20 febbraio, con il nuovo decreto fiscale, potrebbero arrivare ulteriori cambiamenti e magari tornare al vecchio regime dei minimi, secondo quanto si vocifera, eliminando il limite temporale che era previsto.

Il nuovo regime dei minimi, rimesso in discussione perché troppo proibitivo, prevede un’aliquota di tassazione al 15% per compensi compresi tra i 15 e i 40mila euro, in base all’attività che si svolge, senza alcuna soglia di età o limite temporale. Il vecchio invece prevedeva una tassazione al 5% per ricavi fino a 30mila euro ma per cinque anni o fino al 35esimo anno di età.

Intanto arrivano comunicazioni dall’Agenzia delle Entrate per l’ultima Comunicazione dei dati Iva che: deve essere presentata entro il prossimo 2 marzo; deve essere presentata dai titolari di partita Iva che presentano la dichiarazione annuale Iva; deve riportare le risultanze delle liquidazioni periodiche (ovvero le risultanze annuali, per i contribuenti non tenuti alle liquidazioni periodiche), per determinare l’Iva dovuta o a credito, senza tener conto delle eventuali operazioni di rettifica e di conguaglio; deve contenere altri dati sintetici relativi alle operazioni effettuate nel periodo.

Il modello di comunicazione annuale dati Iva deve essere presentato esclusivamente per via telematica o direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati e l’omissione della comunicazione o l’invio della stessa con dati incompleti o inesatti comporta sanzioni che oscillano tra i 258 e i 2.065 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il