BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Istanze Online: Ata seconda fascia 2015 e Ata terza fascia. Ricorsi pagamenti, ingiunzioni e aggiornamento graduatorie continua

Ricorsi Anief e ingiunzioni Uil per risolvere e chiarire posizioni economiche e non solo del personale ata: continua l’aggiornamento delle graduatorie




Gli Uffici Scolastici Regionali continuano ad aggiornare le graduatorie provvisorie di terza fascia del personale Ata mentre iniziano a partire i primi ricorsi. Il Miur ha reso noto che prima del 17 febbraio non sarà possibile visualizzare la propria posizione Ata. Il problema non è solo della difficoltà di collegamento al portale con i differenti browser (Mozilla o Crome), ma un errore nell'inserimento delle Graduatorie, per cui non è possibile visualizzare la collocazione nelle istituzioni scolastiche nelle quali il candidato ha fatto richiesta di essere inserito per uno o più profili Ata. Disponibili, invece, su Istanze Online le graduatorie Ata di seconda fascia.

Intanto l'Anief ha iniziato a presentare i ricorsi per il personale Ata per recuperare la posizione economica nel 2014-2015, sollevare questione di legittimità costituzionale della legge 228/2012, stabilizzare chi ha svolto le funzioni DSGA per più di 36 mesi, e pagare la differenza retributiva nelle funzioni svolte come DSGA per gli anni 2009-2012. Secondo Marcello Pacifico, presidente Anief, la posizione economica di chi ha superato un concorso deve essere retribuita perché, come ha ricordato il giudice di Roma, “quanto ricevuto in busta paga mensile (90 euro) è un emolumento e non un aumento di stipendio”.

In base alla legge vigente, si può richiedere immediatamente il pagamento delle spettanze relative alla posizione economica maturate per il periodo febbraio-agosto 2014, utilizzando il modello di messa in mora predisposto dal sindacato. Senza dimenticare poi i mancati aumenti percepiti nell’ultimo quinquennio da chi ha svolto un incarico superiore e si è visto decurtare la differenza tra stipendi. Al via ingiunzioni anche da parte della Uil, sempre per il riconoscimenti di pagamenti spettanti.

La questione al centro della discussione continua ad essere quella relativa alle posizioni economiche Ata all'incontro di giorno 28 tra sindacati e MIUR. Adesso si passa alle vie legali. La UIL scuola ha comunicato che procederà per vie legali con decreti ingiuntivi di pagamento nei confronti del Miiur per coloro che hanno i requisiti giuridici di assegnazione e sono stati esclusi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il