BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2015: istruzioni, come funziona regole compilazione professionisti, partita iva, pensionati, dipendenti

Come funziona la nuova Certificazione Unica 2015: quando deve essere presentata, da chi, come richiederla via mail all’Inps e chiarimenti




La nuova Certificazione Unica 2015 sostituisce da quest’anno il Cud per le certificazioni sui redditi da lavoro dipendente e autonomo che i sostituti d'imposta dovranno trasmettere telematicamente entro il 9 marzo all'Agenzia delle Entrate ed entro il 28 febbraio agli interessati. La nuova Cu rispetto al vecchio Cud contiene più campi da compilare, cosa che, insieme ai tempi stretti, sta chiaramente creando diversi problemi ai Consulenti del Lavoro.

La nuova Certificazione Unica dovrà indicare, oltre ai dati Inail e ai compensi per i lavoratori autonomi, anche i dati previdenziali ed assistenziali relativi alla contribuzione versata o dovuta all’Inps; comprendendo anche i dati relativi alle gestioni ex Inpdap e l’importo dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del lavoratore versati e/o dovuti all’ente previdenziale di riferimento al periodo d’imposta 2014, nel caso della CU2015.

Nella sezione 1 devono essere certificati tutti i dati previdenziali di competenza dell’Inps da parte di tutti i datori di lavoro; nella sezione 2 deve essere riportata la certificazione dei compensi corrisposti, durante l’anno 2014, ai collaboratori coordinati e continuativi, compresi i collaboratori a progetto, iscritti alla Gestione Separata Inps; nella sezione 3 devono, invece, essere riportati i dati previdenziali ed assistenziali relativi alle gestioni ex Inpdap, confluite nell’Inps.

Entro il 28 febbraio i datori di lavoro e gli Enti pensionistici devono consegnare il Cud in duplice copia al contribuente e, nel caso dell’Inos, la certificazione può essere richiesta anche via posta elettronica ordinaria e non necessariamente tramite Pec. Per richiedere all’Inps il proprio Cud, la domanda deve essere inviata all’Istituto all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it allegando copia della domanda digitalizzata e firmata e copia digitalizzata fronte/retro di un documento di riconoscimento valido. L’Inps provvederà poi ad inviare all’indirizzo comunicato dal richiedente il modello Cud.

Se è stato comunicato all’Inps un indirizzo valido di posta elettronica certificata, il Cud Inps viene inviato alla casella Pec corrispondente. Per l’invio del Cud via Pec, l’indirizzo al quale inoltrare la domanda è richiestaCUD@postacert.inps.gov.it.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il