Prestiti personali Febbraio 2015: le migliori offerte per tassi interessi, rate, condizioni

Quali sono le migliori offerte di prestiti personali che si possono richiedere in questo mese di febbraio: condizioni e cosa prevedono

Prestiti personali Febbraio 2015: le mig


La situazione economica dell'Italia, nonostante timidissimi segnali, non accenna a migliorare e continuano ad essere tantissime le famgiie che non riescono ad arrivare a fine mese. Tutto lo stipendio non basta per le spese quotidiane e mensili ed ecco che sono ancora tanti coloro che richiedono prestiti personali, per avere maggiore liquidità da poter usare per fronteggiare le spese di tutti i giorni.

Fino a qualche anno fa si ricorreva al prestito personale nel caso di acquisti o spese extra, come un viaggio particolare, una macchina, o magari spese mediche private, Oggi, invece, questi soldi, 'in piùì, servono per la spesa quotidiana, segno di come le abitudini si adeguano alle critiche condizioni attuali.

Per richiedere un particolare prestito, è bene prima consultare le diverse offerte esistenti, in modo da scegliere quella giusta e che maggiormente si adatta alle proprie esigenze e, una volta individuata, si può fare domanda. Tra le migliori offerte disponibili in questo mese di febbraio 2015 spicca quelle di Rata@Web di Agos Ducato che per un prestito di 10mila euro da restituire in 18 mesi prevede il pagamento di una rata mensile di 594 euro con un taeg del 9.28%.

A seguire troviamo l'offerta Compass che offre un prestito di 10mila euro da restituire in 36 mesi prevede il pagamento di una rata mensile di 327 euro con un tan de 9,90% e un taeg dell'11,8%. E c'è poi l'offerta del prestito personale di Crediper, gruppo Banca Iccrea,che, per  esempio, per un prestito di 10 euro da rimborsare in 84 rate, prevede il pagamento di una rata mensile di 160,33 euro con un Tan del 7,90% e un Taeg del 7,90%. La rata mensile da pagare comprende anche un’assicurazione contro gli imprevisti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il