BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Expo 2015 e bambini: percorsi formativi, cosa e quando visitare e quali padiglioni

L'esposizione universale Expo si svolgerà, quest'anno, a Milano e avrà come tema l'alimentazione. Toccherà argomenti vari relativi al cibo e saranno presenti anche spazi dedicati ai bambini.




Un'importante padiglione, che sarà protagonista dell'Expo 2015 sarà quello dedicato al vino, prodotto tipico del nostro paese, ma anche alla base di molte economie agricole mondiali. La struttura che ospiterà la rassegna sarà organizzata e gestita da Vinitaly, famoso salone internazionale del vino a Verona, che ha assicurato il completo adattamento del luogo alle esigenze anche dei bambini. Non mancheranno, quindi, sia giochi per intrattenere i piccoli, sia percorsi a loro dedicati con immagini e video, in modo da catturare la loro attenzione e renderli partecipi della fiera in maniere più interessante.

Verranno messe in risalto le proprietà del vino, sottolineando l'apporto salutare che può avere su una dita sbilanciata, ovviamente facendone un uso moderato e sopratutto consapevole. Si prevedono circa due milioni di visitatori nel padiglione del vino, numero abbastanza notevole che verrà gestito in modo tale da permettere a tutti di imparare qualcosa in più sulla storia del vino e, perché no, fare un viaggio sensoriale all'interno di profumi, sapori e sensazioni diverse. Verranno allestite molte particolarità, tra le quali una parete con dei grossi nasi dai quali usciranno i profumi dei diversi vini, per passare poi alla proiezione di grandi opere e film.

Al primo piano sarà possibile effettuare degustazioni, potendo scegliere tra più di mille differenti etichette di vino proveniente da tutta Italia. Non potranno, ovviamente, mancare numerosi spazi espositivi delle moltissime aziende vinicole italiane. L'offerta sarà veramente elevata e gli spettatori potranno, girando per il padiglione, effettuare un tour dei sapori e dei profumi di moltissimi differenti vini. L'Expo durerà da maggio fino ad ottobre, accogliendo imprenditori, esperti, ma anche famiglie con figli, che potranno trovare molte strutture a loro dedicate, in modo da sentirsi coinvolti come parte integrante del progetto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il