BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, vecchiaia, uomini riforma Governo Renzi: novità proposta legge ufficiale staffetta insieme a quota 100, prestito

Modificare la riforma pensioni Fornero con part time e staffetta generazionale: novità per maggiore flessibilità e rilancio occupazionale. Cosa prevede la nuova proposta





Prestito pensionistico, uscita a quota 100 o a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni e sistema contributivo per tutti ma anche part time e staffetta generazionale: questa l’ultima novità in materia di modifiche alla riforma pensioni Fornero. Le ultime notizie confermano la proposta ufficiale che, per la prima volta, il senatore del Patt Franco Panizza ha presentato in Parlamento e che prevede una maggiore flessibilità in uscita grazie alla staffetta generazionale nel settore pubblico e privato attraverso il part-time. Come già anticipato l’anno scorso dal ministro Marianna Madia e qualche tempo fa da altri esponenti politici, il ricambio generazionale al lavoro tra lavoratore più anziani e più giovani consentirebbe di percorrere la duplice strada della maggiore flessibilità, tanto richiesta e auspicata da tutti, e di un rilancio dell’occupazione giovanile.

E seguendo questa strada, il senatore Panizza spiega che “Tutti gli enti pubblici potranno promuovere il ricambio generazionale mediante la riduzione dell'orario di lavoro da parte del personale in prossimità della maturazione dei requisiti pensionistici, consentendo nel contempo l'assunzione di nuovo personale”, in moda da incentivare la staffetta generazionale sia nel settore privato che in quello pubblico. Il lavoratore che, su base volontaria, decidesse di ridurre il proprio orario di lavoro, accettando allo stesso tempo una riduzione dello stipendio, continuerebbe comunque a ricevere il regolare pagamento dei contributi da parte dell’azienda fino al tempo normale di maturazione dei requisiti pensionistici richiesti.

Non è la prima volta, come detto, che si parla di staffetta generazionale, ma, considerando che ultimamente è, insieme al prestito pensionistico, il sistema di uscita anticipata per alcuni tra i più fattibili, considerando che non tocca età anagrafica e contributiva richiesta dalla legge Fornero, è la prima volta che viene ufficialmente presentata come proposta di Parlamento. Prima di Panizza, solo qualche giorno fa, parlava delle potenzialità del part time Luigino Bruni, professore di Economia politica all’Università di Milano-Bicocca.

Secondo Bruni, incentivando il part-time per i lavoratori dopo i 55 anni si potrebbe dare vita a posti di lavoro per i giovani. Bisognerebbe, infatti, intervenire, secondo Bruni, sulla riforma pensioni Fornero con sistemi che possano agevolare il ricambio generazionale a lavoro per consentire anche ai più giovani di entrare nel mercato de lavoro, sbloccando così un settore decisamente in stallo nel Belpaese.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il